Domenica, 23 Febbraio 2020
stampa
Dimensione testo

Società

Home Società "The Other side of the ink", per i tatuaggi è l'ora delle donne
EVENTO A ROMA

"The Other side of the ink", per i tatuaggi è l'ora delle donne

ROMA. Tatuaggi: è l'ora delle donne. The Other side of the ink, la Female Artists Tattoo Convention sbarca a Roma il 14 marzo. Per due giorni le migliori tatuatrici del panorama internazionale si daranno battaglia allo Sheraton Roma Hotel all'Eur, a colpi di colori sgargianti, tratti sottili, fantasie floreali, disegni decorativi effetto pizzo. Questi sono solo alcuni degli stili che hanno portato alla ribalta le donne nel mondo dei tatuaggi, fenomeno che oggi è arrivato ad assumere una rilevanza globale. Ma stavolta oltre cento tra le migliori tatuatrici donne di fama internazionale saranno nella capitale per la terza edizione della The Other Side of the Ink. Due giorni che consentiranno agli amanti del tatuaggio oltre che ai semplici curiosi, di assistere o diventare loro stessi delle opere d'arte, grazie ai lavori dal vivo eseguiti dalle oltre cento tatuatrici partecipanti nei circa 2.500 metri quadri messi a disposizione dallo Sheraton Hotel.

Tra le artiste presenti figurano: Ju Tattoo con Sasha Prosperi, Hangar Tattoo con Cecilia Agostini, Lbt Tattoo con Lailia Thorsen, Old Bastard Tattoo con Andi Morutan & Shu Eza, Rose Cross con Angela Smisek, Tiga Tattoo Studio con Martina Bicocca, Studio 21 con Elena Di Legge, Studio Yorick con Yuliya Volpe, Sweet Mamba con Marta Make, Ultimi Romantici con Giulia Bongiovanni, The Ten Bells con Viola, Primordial Pain con Claudia Ferrarin,i Trafficanti D'arte con Linda Iacono, Lucky Style Tattoo con Julia Syuta, Triptyc con Vro, Sorry Mama con Debora Visco.

Numerosi gli spettacoli che si susseguiranno sul palco: il Burlesque di Imi Silly Noir, gli spettacoli di pole dance con Sara Brilli, Silvia Martini e il suo Hula Hoop, il Live Painting di Madame Decadent, la sfilata Maleficent Cloth che presenta una collezione di abiti realizzati interamente in latex. Anche questa terza edizione sarà accompagnata da due mostre: These are my hands. My knees, presentata dall' Hangar Tattoo Studio & Art Gallery. La collettiva internazionale femminile realizzata con il contributo di Izzie Klingels e Amanda Manitach di Seattle, Sarah Gregory e Conny Prantera di Londra, To/Let Bologna, Cecilia Agostini , Evelin La Rocca e Deborah Necci di Roma. Infine, i versi della poetessa Sylvia Plath, in uno dei suoi poemi di femminismo radicale più in vista.

Inoltre, Ju Tattoo & Karabà presentano “The Other Side Of Surrealism”, progetto che mette in mostra i lavori di sette artiste, interpreti della scena pop surrealista italiana: Valentina Campagni, Antonella Casazza, Selena Leardini, Ilaria Ila Pop Novelli, Daria Palotti, Natascia Raffio, Valentina Zummo. Nelle due giornate della The Other Side Of The Ink si svolgeranno i Tattoo Contest per cui oltre alle premiazioni dei migliori lavori eseguiti durante la convention nella categoria “Best of the Day” , saranno premiati i primi classificati delle categorie Best Traditional , Best Tribal , Best Portrait , Best Ornamental , Best Realistic , Best Avant Garde , Best Black’n'Gray , Best Japanese , Best Color , Best Back Piece.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X