Venerdì, 05 Marzo 2021
stampa
Dimensione testo

Società

Home Società Il Pil dell'Italia è più verde, emissioni ridotte del 20% in 24 anni
SVILUPPO SOSTENIBILE

Il Pil dell'Italia è più verde, emissioni ridotte del 20% in 24 anni

A dirlo è il presidente della Fondazione per lo sviluppo sostenibile, Edo Ronchi, in occasione del compleanno del protocollo di Kyoto

ROMA. Il Pil dell'Italia è più verde: infatti è "in corso un mutamento strutturale del sistema energetico italiano", tanto che nel 2014 sono stati emessi circa 300 grammi di CO2 equivalente per produrre un euro di Pil a fronte dei 400 grammi per ogni euro di Pil del 2005. A dirlo è il presidente della Fondazione per lo sviluppo sostenibile, Edo Ronchi, in occasione del compleanno del protocollo di Kyoto (il 16 febbraio), che stima una riduzione delle emissioni di gas serra in Italia del 20% nel 2014 rispetto al 1990, e spiega come "il calo delle emissioni non sia prodotto soltanto dalla lunga recessione ma dalla riduzione dell'intensità carbonica del Pil".

A livello internazionale intanto è iniziato il percorso che dovrebbe portare ad un accordo globale sul clima nella Conferenza mondiale delle Nazioni Unite a Parigi a fine anno: a Ginevra infatti si è chiusa una settimana di lavori, cui hanno partecipato circa 200 Paesi, per cominciare a mettere a punto una bozza di accordo che servirà come base per Cop parigina.

Il risultato è stato quello di uno "spirito" positivo dovuto ad un approccio aperto e consultivo e che - auspicano i partecipanti - sia mantenuto anche nei prossimi incontri, soprattutto quelli che vedranno impegnati i leader politici da cui adesso ci si attende una svolta; perché i 'nodi' da sciogliere potrebbero essere trattati anche in ambiti 'istituzionali' tipo il G7 o il G20.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X