Domenica, 15 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
SETTORE IN CRESCITA

Cake design, torte come sculture: siciliani di scena a Cefalù e Milano

di

RAGUSA. Molti l'hanno già definito l'evento più dolce dell'anno. È «Innamorarsi di/a Cefalù», una particolare gara a colpi di Pan di Spagna, crema e decorazioni in programma il prossimo 15 febbraio in uno dei borghi più belli dell'Isola. La manifestazione decreterà lo chef pasticciere più glamour dell'evento e il cake designer non professionista più romantico di San Valentino. Ma quella di Cefalù è solo una delle tante iniziative che ormai da un pò di tempo vengono realizzate anche in Sicilia per dare spazio alla vena creativa dei numerosi amanti dell'arte zuccherina.

Attorno al cake design sono nate scuole, corsi a tutti i livelli, oltre a libri, reality show, laboratori e manuali per imparare a decorare i dolci. «Un vero e proprio fenomeno che - secondo Gianfranco Carbonaro, presidente regionale dell'Accademia pasticcieri italiani - si sta facendo strada velocemente anche da noi, coinvolgendo soprattutto le donne che in casa si cimentano con pasta di zucchero e glasse colorate per creare torte dalle forme più impensabili».

Negli ultimi tre anni si è registrato un vero e proprio boom, il tutto favorito dai programmi tv americani che hanno avvicinato la gente a questa vita zuccherina. Grande merito ha avuto in questo senso Buddy Valastro, originario di Lipari: colui che ha portato in Italia quest'arte che ha avuto origine in Inghilterra.

Il risultato? Un incremento delle vendite della pasta di zucchero, prima utilizzata pochissimo, e di conseguenza la nascita di nuove aziende che la producono. Accanto alla pasta di zucchero poi i coloranti. «Tengo a precisare - spiega Gianfranco Carbonaro - che si utilizzano colori alimentari naturali, derivanti dagli stessi alimenti che mangiamo e pertanto sicuri. I vecchi artisti (perché ricordo che il decoratore di torte è sempre esistito) decoravano con altri sistemi come fiori veri o ghiaccia, adesso invece con i colori alimentari anche il lavoro si è semplificato. A seguito del fenomeno «cake design» ora se ne utilizzano di più, così come si adoperano (e dunque si vendono di più) tutte le attrezzature». In circa tre anni dunque l'indotto di questo settore alimentare si è triplicato. «Sentiamo sempre più parlare di crisi, ma posso comunque affermare che proprio questo mestiere è uno di quelli che risente meno della situazione economica negativa attuale. Ci sono molte richieste ed è un lavoro redditizio. Una torta normale va dai 15 ai 17 euro al chilo, mentre una torta decorata va dai 26 euro in su: tutto dipende dalla ricercatezza dei dettagli e dal tempo impiegato per la realizzazione».

Insomma se si ha talento e passione un semplice passatempo potrebbe tramutarsi in un lavoro. Ed è anche per questo che per venire incontro alle tante richieste, in Sicilia si sono moltiplicati i corsi di formazione. «Io invito soprattutto i giovani a puntare su questo settore, perché questo è il lavoro del futuro. Non è una moda passeggera, perché l'interesse aumenta anno dopo anno". E intanto la Sicilia con il suo team, la TrinaCake, formato da quattro cake designer si sta preparando al «Cake Design Italian Festival» che si terrà a Milano, dal 27 al 29 marzo, nell’ambito dell'Expo.

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X