Mercoledì, 20 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Società

Home Società Studenti agrigentini coniano il verbo "biciclare"

Studenti agrigentini coniano il verbo "biciclare"

La proposta degli allievi del liceo scientifico Politi per evitare che altre parole straniere colmino i vuoti ancora esistenti nella lingua italiana
Sicilia, Società

ROMA. Gli studenti delle classi prima B e prima C del liceo Scientifico 'R.Politi' di Agrigento intendono partecipare al percorso evolutivo della lingua italiana, caratterizzata dal recepimento costante di parole straniere, e riempire qualche vuoto ancora esistente, prima di doversi accontentare delle parole usate in altri Paesi. La proposta nasce dopo una lectio magistralis tenuta da Aldo Sarullo, scrittore e regista siciliano, che ha sollecitato i ragazzi ad adoperarsi per il miglioramento della nostra lingua.    
Così hanno preso spunto dalla imminente 'Giornata nazionale della bicicletta', indetta per domenica 9 maggio, e considerato che l'uso di questo mezzo di trasporto è descritto con il verbo 'pedalare', che in realtà ha il più generico significato di 'azionare i pedali di un meccanismo' e che l'altro modo usato è la locuzione 'andare in bicicletta', hanno deciso l'adozione di un neologismo che colmasse  il vuoto e fosse frutto di un sentire linguistico comune: biciclare. Ecco perché, da domani, ciascuno di essi, andando in bicicletta dirà: io biciclo, sto biciclando...

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X