Venerdì, 09 Dicembre 2022
stampa
Dimensione testo

Salute

Home Salute Covid, bollettino settimanale: contagi e ricoveri in calo in Sicilia
DATI ASOE

Covid, bollettino settimanale: contagi e ricoveri in calo in Sicilia

bollettino, Covid, Sicilia, Salute
MILANO (ITALPRESS) – Sono 24.855 i nuovi positivi al Coronavirus in Italia, su un totale di 202.240 tamponi effettuati nelle ultime 24 ore. Il tasso di positività è al 12,2%. E’ quanto emerge dal quotidiano bollettino sull’emergenza pandemica, reso noto dal Ministero della Salute. Sono 80 i decessi, che portano il totale delle persone scomparse
La curva epidemica del Covid in Sicilia è ancora in calo. Dall'ultimo giorno di ottobre al 6 novembre i positivi sono diminuiti del 6,14 percento, con un'incidenza media di 169,43 casi per 100 mila abitanti. La percentuale più alta è stata registrata in provincia di Messina (206/100.000). Seguono Trapani (202/100.000) e Siracusa (202/100.000). Le fasce d’età maggiormente a rischio risultano quelle tra i 70 e i 79 anni (241/100.000), tra i 60 e i 69 anni (229/100.000), tra gli 80 e gli 89 anni (215/100.000) e tra gli over 90 (213/100.000).

Anche le nuove ospedalizzazioni sono diminuite.  Più della metà dei pazienti in ospedale nella settimana in esame - risulta nel bollettino settimanale - sono soggetti non vaccinati.

I dati relativi alla campagna vaccinale fanno riferimento alla settimana dal 3 al 9 novembre. Nella fascia 5-11 anni, i vaccinati con almeno una dose si attestano al 25,08% del target regionale. Hanno completato il ciclo primario 66.487 bambini, pari al 21,14%. Gli over 12 vaccinati con almeno una dose si attestano al 90,84%, mentre ha completato il ciclo primario di vaccinazione l’89,49% del target regionale. I vaccinati con terza dose sono 2.768.094 pari al 72,35% degli aventi diritto.

Dal 7 settembre il ministero della Salute ha autorizzato la somministrazione della dose booster/aggiuntiva con i vaccini m-RNA bivalenti Original/Omicron BA.1 agli over 60, alle persone di elevata fragilità e agli over 12 in attesa della terza dose includendo anche operatori sanitari, operatori e ospiti delle strutture residenziali per anziani e donne in gravidanza. Dal 23 settembre è stato autorizzato l’utilizzo dei vaccini m-RNA aggiornati alle varianti BA.1 e BA.4-5 per la somministrazione della quarta dose su richiesta dell’interessato a tutti gli over 12 che abbiano ricevuto la terza dose da almeno 120 giorni.

Sempre dal 23 settembre il ministero della Salute ha autorizzato l’utilizzo dei vaccini bivalenti in quinta dose ai soggetti con marcata compromissione della risposta immunitaria e dal 17 ottobre la somministrazione è stata estesa agli over 80, agli ospiti in Rsa e alle persone over 60 con fragilità. Le quinte dosi finora somministrate risultano complessivamente 1.444.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X