Giovedì, 30 Giugno 2022
stampa
Dimensione testo

Salute

Home Salute Variante Omicron più contagiosa e meno aggressiva? Provenzano: «Vedremo come sarà in Europa»
COVID

Variante Omicron più contagiosa e meno aggressiva? Provenzano: «Vedremo come sarà in Europa»

Più contagioso, meno virulento. La variante Omicron e il Covid stanno diventando endemici, e quindi meno pericolosi? Come sempre accade, il virus sembra adattarsi, sia all'uomo sia ai vaccini. Lo si aggredisce, lui si difende e muta. Formando, appunto, le variante.

Ma ora a che punto siamo? "Siano sempre benedetti i vaccini, che ci hanno letteralmente salvato, ma durante la pandemia, così come succede ad esempio con l'influenza, vaccinare può essere pericoloso, perchè il virus si difende e muta - dice  Vincenzo Provenzano, responsabile del Covid hospital di Partinico - Le varianti hanno fatto pochi danni tra i vaccinati, mentre su quello non vaccinati sono stati devastanti, perchè era diventato anche più virulento. Il virus man mano che facciamo vaccini, modifica la struttura. In Sudafrica, con la Omicron, è successo che hanno l'8% di vaccini, quasi niente, il virus non si è trovato muri in avanti e per questo appare molto contagioso ma sembra essere meno aggressivo. Vediamo quando si diffonderà in Europa e troverà i vaccinati, dove troverà un muro da cui si dovrà difendere, e quindi vedremo se e come si replicherà".

Provenzano spinge per la vaccinazione nei bambini: "Devono essere anche loro un "muro" per il virus, altrimenti il Covid troverà anche lì via libera e i più piccoli si trasformeranno in un serbatoio potenziale di contagio. Dobbiamo vaccinare anche loro, dai 5 agli 11 anni, e dobbiamo farlo subito, soprattutto quelli più fragili. Insomma, anche lì bisogna alzare le barriere".

Per fortuna, però, gli ospedale, in Sicilia, sembrano vuoti: "Abbiamo in tutto 7 ricoverati, quasi tutti no vax - dice Provenzano - Le difese del vaccino comunque calano dopo 6 mesi e qualche caso con doppia dose, non con terza, si vede in reparto, soprattutto se ha patologie".

Intanto l'Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) per bocca del suo responsabile per le emergenze, Michael Ryan, ha detto che ad oggi "non ci sono indicazioni che facciano dubitare che i vaccini attuali proteggano contro Omicron" e "non c'è nessuna indicazione che questa variante causi forme più gravi di Covid-19. Abbiamo vaccini molto efficaci che hanno dimostrato il loro potere contro tutte le varianti comparse finora in termini di gravità della malattia e di ricoveri e non non c'è alcuna ragione per pensare che non sia lo stesso in questo caso" nei confronti della variante Omicron, ha detto Ryan.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X