Domenica, 18 Aprile 2021
stampa
Dimensione testo

Salute

Home Salute Da un nuovo farmaco la speranza contro la leucemia acuta

Da un nuovo farmaco la speranza contro la leucemia acuta

Sicilia, Salute

NAPOLI. Un tempo l'unica speranza era il trapianto di midollo, un'intervento difficile, invasivo e al quale non tutti si potevano sottoporre. E se età e condizioni cliniche lo impedivano, il destino allora era uguale per tutti. Dalla leucemia mieloide cronica non si scampava e la morte era cosa praticamente certa. Oggi è tutto diverso, trent'anni di ricerche in campo ematologico hanno portato a nuovi farmaci, arrivati alla terza generazione, capaci di garantire il controllo della malattia e molto spesso anche la completa guarigione.
Proprio di un nuovo farmaco, ritenuto dagli esperti fondamentale nella cura, si è parlato a Napoli nella prima prima giornata di un convegno al quale partecipano oltre trecento esperti da tutto il Paese. Si tratta di un inibitore della proteina Bcr-Abl che causa la produzione delle cellule tumorali. Un nuovo farmaco che in Italia è stato già indicato come trattamento di prima linea per i pazienti adulti. A discuterne nella giornata inaugurale del convegno, il direttore del Centro di riferimento scientifico dell'istituto di Ematologia di Bologna, Michele Baccarani, il direttore di Ematologia e trapianti di midollo della Federico II di Napoli e presidente nazionale della Società italiana di ematologia (Sie), Fabrizio Pane e l'ordinario di Medicina interna ed ematologia dell'Università di Torino Giuseppe Saglio.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X