Giovedì, 02 Dicembre 2021
stampa
Dimensione testo

Salute

Home Salute Allergie, ne soffre 1,5 milioni di siciliani

Allergie, ne soffre 1,5 milioni di siciliani

Una malattia che nel 2020 avanzerà con un incremento del 10% annuo. In ogni famiglia dell'isola, almeno un componente ne è affetto
Sicilia, Salute

PALERMO. Circa 1.500.000 siciliani soffrono di allergie o di asma respiratoria. Una malattia che nel 2020 avanzerà con un incremento del 10% annuo. In ogni famiglia dell'isola, almeno un componente ne è affetto. La chiamano perciò l'epidemia del XXI secolo.     I maggiori colpevoli sono l'inquinamento ambientale delle grandi città e l'eccesso di pulizia nelle case e sul proprio corpo. Le ultime ricerche dicono che i bambini di Palermo sono tra i più allergici d'Italia per via delle polveri sottili. Ma dicono anche che le patologie galoppano  tra gli adolescenti a causa del nichel solfato presente in un mare di oggetti di uso quotidiano: monete, bottoni, cosmetici, oro,argento, detersivi e cerniere lampo. Un problema sociale diffuso equamente tra piccoli, giovani ed anziani che individua nel sistema sanitario regionale, ma anche nelle amministrazioni colpevoli o indifferenti, un distacco tra linee guida e pratica clinica, ospedale e territorio, medico e paziente.    


"Nella Sicilia occidentale solo 15 medici seguono nelle sei strutture previste un bacino di 700.000 pazienti. In tutta la regione gli esperti sono 80", dichiara il dottore Giuseppe Valenti, allergologo e pneumologo, che insieme a Nicola Scichilone è il coordinatore scientifico del secondo Palermo Forum Allergy organizzato sabato 8 e domenica 9 aprile al Palace hotel di Mondello. Un convegno aperto alle relazioni e alle discussioni tra  docenti, infermieri e malati cronici per "comunicare l'elevata diffusione delle malattie atopiche nella popolazione, i recenti progressi in materia di trattamento attraverso i vaccini e la mancanza di una organizzazione allergologica in Sicilia a causa di politiche non sempre condivisibili." Un  solo esempio? Da qualche anno i cittadini delle provincia di Palermo non godono più del rimborso del vaccino contro la rinite (600 euro l'anno), da Cefalù in poi il rimborso viene regolarmente effettuato.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X