Martedì, 28 Giugno 2022
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica "Non è più tempo di candidare parenti di vittime di mafia", scontro nel centrosinistra
VERSO LE ELEZIONI

"Non è più tempo di candidare parenti di vittime di mafia", scontro nel centrosinistra

E’ scontro durissimo nel centrosinistra alla vigilia della presentazione delle regole delle primarie per l’elezione del presidente della Regione. «"Non è più il tempo per candidare i parenti delle vittime di mafia" è una frase vergognosa e oscena. La pronuncia, in un’intervista, un dirigente palermitano del PD riferendosi, presumo, non a me (il PD non è il mio partito) ma a Caterina Chinnici, possibile candidata di quel partito alle primarie del 23 luglio», afferma Claudio Fava, candidato alle primarie per la presidenza della Regione, riferendosi a dichiarazioni del segretario provinciale del Pd palermitano, Rosario Filoramo. «Il Pd deve candidare un suo dirigente politico. Non è più il tempo per candidare i parenti delle vittime di mafia. Se si rompe un rubinetto chiami un idraulico, se stai male vai dal medico. Questo è il tempo in cui ci vuole un politico», aveva detto Filoramo. «Siamo ancora ostaggi - aggiunge Fava - di una sottocultura politica che considera i familiari dei morti di mafia una categoria antropologica, una specie di riserva indiana, donne e uomini segnati a vita da una lettera scarlatta. Un pensiero osceno, non trovo altre parole. A Caterina Chinnici tutta la mia solidarietà».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X