Martedì, 05 Luglio 2022
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Grandi manovre sulla data del voto a Palermo e in altri 118 comuni: in ballo il 29 maggio e il 12 giugno
REGIONE SICILIANA

Grandi manovre sulla data del voto a Palermo e in altri 118 comuni: in ballo il 29 maggio e il 12 giugno

La giornata di ieri doveva essere quella nella quale ufficializzare la data delle elezioni. La giunta Musumeci era pronta a fissare le urne a Palermo e negli altri 118 comuni il 29 maggio. Il tema era ben evidente nell’ordine del giorno della riunione convocata per l’ora di pranzo. E invece a sorpresa tutto si è bloccato perché nelle ultime ore sta prendendo corpo l’ipotesi di scegliere come data per il primo turno il 12 giugno.

L’eventuale ballottaggio si svolgerebbe quindi il 26. Sarebbe così una tornata elettorale che si svolgerebbe quando già in Sicilia le temperature sono tipicamente estive: una ipotesi che molti partiti avrebbero voluto scongiurare, temendo un aumento dell’astensione. Il rinvio a metà giugno servirà anche ai partiti per avere più tempo nell'estenuante trattativa che vede entrambe le coalizioni ancora impantanate nella scelta dei candidati.

Passare dal 29 maggio al 12 giugno permette di compensare le ultime due settimane in cui ogni candidato è stato bruciato dagli alleati. Anche se, va detto, l’assessore regionale agli Enti Locali, Marco Zambuto, ha precisato ieri che il motivo del rinvio «è dettato dalla volontà del governo nazionale di accorpare Amministrative e referendum in un solo election day. Una scelta a cui la Sicilia dovrebbe adeguarsi».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X