Venerdì, 03 Dicembre 2021
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica La Lega di Palermo scommette sul 10%, Ferrandelli sull’intesa con Italia Viva
VERSO LE ELEZIONI

La Lega di Palermo scommette sul 10%, Ferrandelli sull’intesa con Italia Viva

di

Si scaldano i motori, anche se per la corsa a sindaco vera e propria mancano ancora diversi mesi. Qualche candidatura nell’area del centrodestra ha già fatto capolino, mentre in casa di Pd e M5S la scelta sembra ancora in alto mare.

Intanto, la Lega si porta avanti e fa pronostici. «Abbiamo fissato un obiettivo importante a doppia cifra, superare il 10% - dice Alessandro Anello, segretario della città metropolitana, dopo un incontro con la dirigenza del partito nella sede della segreteria regionale - forti del lavoro che stiamo portando avanti sul territorio, in linea con le indicazioni del segretario regionale Nino Minardo e che a maggio dell'anno prossimo vedrà l'elezione di un primo cittadino forte, autorevole, in assoluta alternativa alla pessima gestione Orlando. Abbiamo nomi di spessore ed esperienza sia per il candidato sindaco che per il consiglio comunale, ma anche per le circoscrizioni dove la Lega ha donne e uomini di valore e molto radicati nei quartieri sia nel centro storico che nelle periferie». Ci sono già vari punti fermi, ma per la composizione completa delle liste serve ancora un po' di tempo. «Intanto siamo certi - conclude Anello - che a breve si troverà l'accordo per consolidare definitivamente l'alleanza di centrodestra in grado di sconfiggere le sinistre e governare bene la città per molti e molti anni».

Attorno al tavolo c'erano il coordinatore della segreteria politica regionale Pippo Fallica, il responsabile della comunicazione istituzionale Annibale Chiriaco, il senatore Francesco Mollame, il deputato Francesco Scoma, il deputato regionale e coordinatore provinciale Vincenzo Figuccia, il deputato regionale e consigliere comunale Marianna Caronia, e il capogruppo a Palazzo delle Aquile Igor Gelarda.
Infine, Fabrizio Ferrandelli è stato eletto nuovo presidente dell’assemblea nazionale di +Europa. «Siamo il baluardo dei diritti civili e sociali nel nostro Paese, gli unici che, senza deroghe né cedimenti, hanno un linguaggio di verità e di libertà su temi verso i quali altri schieramenti tentennano o si nascondono. Grazie a +Europa si combattono le battaglie per l’eutanasia legale e la cannabis legale - commenta il consigliere». E in vista delle elezioni amministrative, i tre partiti di centro Coraggiosi, Azione e Italia Viva sono vicini ad un accordo di massima per fare fronte comune. I tre segretari provinciali Cesare Mattaliano, Mario Enea e Toni Costumati si sono già incontrati e c’è intesa sul programma.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X