Mercoledì, 26 Gennaio 2022
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Il governo approva la delega fiscale, la Lega lascia la cabina di regia
CONSIGLIO DEI MINISTRI

Il governo approva la delega fiscale, la Lega lascia la cabina di regia

Il presidente Draghi illustra la riforma e sulle assenze del Carroccio: "Salvini lo spiegherà"

Via libera del Consiglio dei ministri alla delega per la riforma fiscale.  I ministri della Lega non hanno preso parte alla riunione. Il ministro Massimo Garavaglia che rappresentava il partito alla cabina di regia  al posto di Giancarlo Giorgetti, ha lasciato in anticipo la riunione dicendo ai colleghi che la Lega avrebbe approfondito la bozza, che contiene anche la riforma del catasto.

"La sostanza del Cdm di oggi è stata la discussione e l'approvazione della delega fiscale. Vorrei puntulizzare che la legge è una legge delega e quindi è una legge generale che poi andrà riempita da contenuti con un ulteriore momento di confronto",  ha detto il premier Mario Draghi in conferenza stampa a Palazzo Chigi. 
"Si può avere la sensazione che questa sua l'ultima parola sul fisco ma per fortuna o purtroppo il processo non è così semplice, prenderà molti anni".

"Non è revisione del catasto ma una riformulazione, il governo si impegna ad accatastare tutto quello che non è accatastato, terreni, abitazioni, e procede a una revisione delle rendite catastali adeguandole alle rendite di mercato. A parte che ci voglio 5 anni ma il governo si impegna che nessuno pagherà di più o di meno, le rendite restano invariate", afferma il premier.
Non solo la revisione del catasto, osteggiata fin dall'inizio, c'è anche una questione "di metodo"
, secondo quanto si apprende da fonti della Lega, tra i motivi che hanno portato i ministri leghisti a disertare la riunione del Consiglio dei ministri sulla delega fiscale. Non si possono ricevere "le carte" solo all'ultimo, non è "serio", è il ragionamento, votare "sulla fiducia", senza avere avuto modo di leggere i testi. Tra i dubbi sollevati nello specifico sul fisco anche quello delle coperture necessarie per dare attuazione alla riforma dell'Irpef.
"Il contribuente medio non si accorgerà di nulla per quanto riguarda il catasto, resterà tutto come prima". Lo dice il premier Mario Draghi in conferenza stampa rispondendo a una domanda sugli effetti del catasto.
L'assenza della Lega al Cdm sulla delega fiscale "la spiegherà l'onorevole Salvini oggi o domani. Ma gli scambi avvenuti in cabina regia e nelle conversazioni avevano dato sufficienti elementi per valutare la legge delega".

© Riproduzione riservata

TAG: ,

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X