Lunedì, 29 Novembre 2021
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Aumento di stipendio ai sindaci dei piccoli comuni siciliani, governo e Anci dicono no
LA FRENATA

Aumento di stipendio ai sindaci dei piccoli comuni siciliani, governo e Anci dicono no

di

L’associazione dei sindaci si defila, l’opposizione fa un passo indietro dopo aver contribuito al primo sì. Ma, soprattutto, anche il governo si prepara a una inversione a U. E così la norma che aumenta lo stipendio dei sindaci attingendo però al fondo che finanzia i servizi pubblici perde sostenitori e traballa a meno di 48 ore dalla sua approvazione in commissione Bilancio all’Ars.

La norma, proposta dal forzista Riccardo Savona, presidente della commissione Bilancio, prevede di aumentare lo stipendio a 210 sindaci su 390: tutti quelli che guidano paesi che contano fino a un massimo di 5 mila abitanti. Gli aumenti variano da 357 a 497 euro al mese.

Ma la Regione non erogherà risorse aggiuntive per finanziarli, costringendo così i sindaci ad attingere al proprio bilancio: facile prevedere che per assicurarsi la busta paga più pesante ogni sindaco dovrà tagliare alla voce servizi pubblici visto che il costo totale dell’operazione è di 672.514 euro all’anno. Senza considerare che sta per essere votato un emendamento che prevede aumenti anche per assessori e presidenti di consiglio comunale: ipotesi che farebbe raddoppiare la spesa, sempre a danno dei servizi pubblici.

L'articolo completo sul Giornale di Sicilia in edicola

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X