Giovedì, 06 Maggio 2021
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Reddito di emergenza anche a giugno e luglio, tutte le novità nel decreto Sostegni bis
LA BOZZA

Reddito di emergenza anche a giugno e luglio, tutte le novità nel decreto Sostegni bis

Dal rifinanziamento del reddito d’emergenza per altri due mesi ai nuovi ristori per le partite Iva, dallo sconto Tari alla proroga del credito d’imposta per gli affitti. E’ quanto prevede la bozza del decreto Sostegni bis che il governo dovrebbe varare entro la settimana.
In totale si tratta di 48 articoli: tra le misure anche il rinvio della plastic tax a gennaio 2022, l’estensione della sospensione dei mutui per l’acquisto della prima casa, le agevolazioni per l’acquisto di abitazioni da parte dei giovani e la proroga delle moratorie per le pmi.

Reddito d'emergenza, proroga per altri due mesi

Per il 2021 saranno riconosciute altre due quote di reddito di emergenza relative alle mensilità di giugno e luglio. E’ quanto si legge nella bozza del decreto Sostegni-bis che dovrebbe essere varato in settimana dal consiglio dei Ministri. Il provvedimento allunga la durata (marzo, aprile e maggio) del Rem previsto nel primo decreto sostegni.

La domanda deve essere presentata all’Istituto nazionale della previdenza sociale (Inps) entro il 30 giugno 2021.

Sgravi su affitti per le imprese in crisi

Estesi per i mesi da gennaio 2021 a maggio 2021 gli sgravi sugli affitti per le imprese e i professionisti con ricavi o compensi non superiori a 10 milioni di euro, che abbiano registrato perdite, nonchè gli enti non commerciali, compresi gli enti del terzo settore e gli enti religiosi civilmente riconosciuti. Il decreto Sostegni bis estende la possibilità di usufruire di un credito d’imposta nella misura del 60 per cento dell’ammontare mensile del canone di locazione di immobili a uso non abitativo e del 30 per cento dell’ammontare mensile dei canoni per affitto d’azienda. L’agevolazione spetta ai soggetti con un volume di ricavi e compensi nell’anno 2019 fino a 10 milioni di euro e che abbiano registrato un ammontare medio mensile del 2020 inferiore di almeno il 30% rispetto all’ammontare medio mensile del 2019. Si tratta dei beneficiari dei contributi a fondo perduto del primo decreto Sostegni.

Proroga fino al 31 maggio degli sgravi per gli affitti per strutture alberghiere, agrituristiche, agenzie di viaggio, tour operator e stabilimenti termali, indipendentemente dal volume di ricavi e compensi registrato nel periodo d’imposta precedente. Viene quindi estesa al mese di maggio la possibilità di usufruire di un credito d’imposta nella misura del 60 per cento dell’ammontare mensile del canone di locazione di immobili a uso non abitativo e del 50 per cento dell’ammontare mensile dei canoni per affitto d’azienda.

Stop canone Rai a hotel e bar

Per tutto il 2021 stop al pagamento del canone Rai per le strutture ricettive, bar e ristoranti.

Smart working fino al 30 settembre per privati

Viene prorogato al 30 settembre 2021 lo smart working nel settore privato. E’ quanto si legge nella bozza del decreto Sostegni-bis che dovrebbe essere varato in settimana dal consiglio dei Ministri. La disposizione, viene spiegato, «può essere applicata dai datori di lavoro privati a ogni rapporto di lavoro subordinato, anche in assenza degli accordi individuali».

Plastic tax slitta a gennaio 2022

Slitta di altri sei mesi la plastic tax che entrerà in vigore il primo gennaio 2022 e non più il primo luglio di quest’anno. Il rinvio, si legge nella relazione illustrativa, viene stabilito «in considerazione delle contingenti e difficili condizioni in cui versano i settori economici, che sarebbero gravati dall’imposta, in connessione al protrarsi dell’emergenza epidemiologica da Covid-19».

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X