Martedì, 24 Novembre 2020
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Nuovo dpcm in vigore da oggi: liceali a scuola alle 9 da mercoledì, le regole sull'asporto in bar e ristoranti
GOVERNO

Nuovo dpcm in vigore da oggi: liceali a scuola alle 9 da mercoledì, le regole sull'asporto in bar e ristoranti

Le misure del nuovo dpcm per fermare la diffusione del Coronavirus saranno in vigore per poco meno di un mese, fino al 13 novembre. Lo precisa la versione finale del testo, pubblicata sul sito del governo. Le norme entrano in vigore già da oggi, 19 ottobre.

SCUOLA. Solo le misure per le scuole non partono subito. Le norme che rafforzano la didattica a distanza e gli orari scaglionati alle superiori, consentendo i doppi turni e stabilendo l'ingresso a scuola per i liceali non prima delle 9: questa disposizione varrà da mercoledì 21 ottobre.

Una norma regolamenta anche l'attività nelle università. "Sentito il Comitato Universitario Regionale di riferimento, predispongono, in base all'andamento del quadro epidemiologico, piani di organizzazione della didattica e delle attività curriculari in presenza e a distanza in funzione delle esigenze formative tenendo conto dell'evoluzione del quadro pandemico territoriale e delle corrispondenti esigenze di sicurezza sanitaria". Queste disposizioni "si applicano, per quanto compatibili, anche alle Istituzioni di alta formazione artistica musicale e coreutica".

ASP. "Al fine di rendere più efficace il contact tracing attraverso l'utilizzo dell'App Immuni, è fatto obbligo all'operatore sanitario del Dipartimento di prevenzione della azienda sanitaria locale, accedendo al sistema centrale di Immuni, di caricare il codice chiave in presenza di un caso di positività".

SERVIZIO A DOMICILIO E ASPORTO. "Le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono consentite dalle ore 5 sino alle ore 24 con consumo al tavolo, e con un massimo di sei persone per tavolo, e sino alle ore 18.00 in assenza di consumo al tavolo; resta sempre consentita la ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l'attività di confezionamento che di trasporto, nonché, fino alle ore 24 la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze".
Le attività di bar e ristoranti, si legge nel testo, "restano consentite a condizione che le Regioni e le Province autonome abbiano preventivamente accertato la compatibilità dello svolgimento delle suddette attività con l'andamento della situazione epidemiologica nei propri territori e che individuino i protocolli o le linee guida applicabili idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio nel settore di riferimento o in settori analoghi", prosegue la norma. "Continuano a essere consentite le attività delle mense e del catering continuativo su base contrattuale, che garantiscono la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro; è fatto obbligo per gli esercenti di esporre all'ingresso del locale un cartello che riporti il numero massimo di persone ammesse contemporaneamente nel locale medesimo, sulla base dei protocolli e delle linee guida vigenti".

I limiti di orari introdotti per i ristoranti e bar non valgono negli ospedali, negli aeroporti e negli autogrill.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X