Mercoledì, 12 Agosto 2020
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica La finanziaria regionale incassa l'ok da Roma: sì ad aiuti e prestiti a fondo perduto per le imprese
PALAZZO D'ORLEANS

La finanziaria regionale incassa l'ok da Roma: sì ad aiuti e prestiti a fondo perduto per le imprese

finanziaria, Gaetano Armao, Sicilia, Politica
Nello Musumeci e Gaetano Armao

La Finanziaria e il bilancio della Regione hanno superato lo scoglio dell'ok del governo. Roma non avanzerà impugnative se non per un articolo che a Palermo si affrettano a derubricare come «minore». È un ostacolo in meno all’attuazione di quelle misure previste dall’assessore Gaetano Armao per erogare aiuti a famiglie, imprese e professionisti colpiti dal lockdown. Aiuti finora rimasti solo sulla carta.

Non era mai successo, nella storia recente della Regione, che una manovra superasse indenne, per intero, il giudizio di costituzionalità, come conferma lo stesso Armao: "Non accadeva, a mia memoria, dalla fine degli anni '90. Di fronte alla normativa finanziaria più imponente degli ultimi 25 anni (1,3 miliardi euro di risorse impegnate), 40 pagine di norme complesse per far fronte alla drammatica crisi, è un risultato importante per la Sicilia del Governo Musumeci e della compatta maggioranza parlamentare che ha votato queste leggi".

La giunta, come spiega Giacinto Pipitone sul Giornale di Sicilia in edicola, prevede di poter sganciare dai vecchi piani europei per ora solo 400 milioni, che verranno utilizzati così: 80 milioni e 500 mila euro andranno all’Irfis per finanziare gli aiuti alle imprese previsti dall’articolo 10 comma 1 (si tratta per lo più di prestiti da 25 mila euro), 15 milioni serviranno per l’acquisto di materiale didattico che servirà per le lezioni a distanza l’anno prossimo, 25 milioni verranno utilizzati per «potenziare» le sedi scolastiche, 40 milioni sono destinati alla Crias per i prestiti agli artigiani. Poi ci sono i budget più importanti: 130 milioni sono destinati a finanziare prestiti a fondo perduto che la Regione assegnerà con un bando a cui sta lavorando l’assessorato alle Attività Produttive. Altri 75 milioni finanzieranno i progetti per incentivare il turismo e gli ultimi 10 milioni serviranno per sostenere tassisti, servizi di auto a noleggio con conducente e attività varie di trasporto.

 

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X