Lunedì, 21 Settembre 2020
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Decreto Rilancio, ex zone rosse in Sicilia escluse dai contributi: monta la protesta dei sindaci
LE MISURE

Decreto Rilancio, ex zone rosse in Sicilia escluse dai contributi: monta la protesta dei sindaci

coronavirus, Decreto Rilancio, Sicilia, Politica
Villafrati, zona rossa

Le ex zone rosse non beneficeranno dei contributi economici disposti dal Decreto Rilancio. Una decisione che genera malumori tra i sindaci di Salemi, Villafrati, Agira e Troina.

"Apprendiamo di una rettifica al decreto Rilancio che esclude i comuni dichiarati 'zona rossa' dalle misure di sostegno economico che erano già state ufficializzate. Una brutta sorpresa e uno schiaffo alle tante città che in Sicilia - scrivono in una nota congiunta-, come nel resto d'Italia, hanno sofferto per le limitazioni dovute al contrasto del Covid-19. Escludere con uno squallido giochetto le ex 'zone rosse' dal Fondo di duecento milioni necessario per la ripartenza economica, dopo la pubblicazione del decreto in Gazzetta ufficiale, è un voltafaccia dell'ultimo momento che da rappresentanti di comunità oneste e che credono nello Stato non possiamo accettare".

Domenico Venuti, sindaco di Salemi, con i colleghi Franco Agnello (Villafrati), Maria Gaetana Greco (Agira) e Sebastiano Venezia (Troina) affermano: "A questo punto il governo dica subito se intende sostenere le famiglie, le imprese e i Comuni che per settimane hanno dovuto subire una limitazione totale dei movimenti - aggiungono -. Se è così, come anticipatoci da interlocuzioni avute in queste ore, auspichiamo un impegno formale da parte dell'Esecutivo a una modifica della norma in sede parlamentare".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X