Venerdì, 15 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo
GOVERNO

Manovra, tensioni Conte-Di Maio: "Senza le proposte di M5s non si fa"

governo, manovra, Giuseppe Conte, Luigi Di Maio, Sicilia, Politica
Luigi Di Maio e Giuseppe Conte

Nuove tensioni nella maggioranza di governo. Questa volta tra Giuseppe Conte e Luigi Di Maio. Il tema è la manovra e le proposte di modifiche volute da M5s. Il ministro degli Esteri replica alle parole del premier che ieri aveva intimato: «Fuori chi non fa squadra».  «O si fanno le tre proposte di M5s o non esiste ancora la manovra»., ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio a Matera per Expo 2020.

Di Maio ha quindi riepilogato le tre proposte del M5S considerate «imprescindibili»: «La prima è il carcere agli evasori e la confisca per sproporzione ai grandi evasori significa che chi evade più di 100 mila euro all’anno verrà punito seriamente con il carcere e bisogna confiscargli più di quanto ha evaso», ha detto il ministro.

«Secondo punto: per me - ha proseguito - vanno bene le multe ai commercianti che non utilizzano il pos, ma se gli abbattiamo i costi del pos, i costi delle carte, perché altrimenti rischiamo di trovarci in una situazione in cui introduciamo una nuova tassa per i commercianti, non una multa».

«E poi il terzo puto per noi importante è che le partite Iva continuino a pagare solo il 15% di tasse, cosa che non è così, in questa manovra gli si alzano le tasse», ha concluso.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X