Martedì, 18 Giugno 2019
L'ANALISI DEL VOTO

Europee, in Sicilia M5s primo partito ma dietro c'è la Lega: Forza Italia sfiora il colpaccio a Messina

di

Movimento 5 Stelle, Lega, Pd e Forza Italia. La "classifica" che viene fuori dal verdetto del voto per le Europee in Sicilia è questo. Il tonfo dei grillini , registrato invece a livello nazionale, viene attutito in Sicilia e nelle altre regioni del sud.

Il distacco non è da sottovalutare perchè i pentastellati nell'Isola, a risultati ormai definitivi, si attestano al 31,1%, in forza dei 479.562 rastrellati nelle nove province. Salvini non va oltre il 20,7% con 319.439 voti; dietro Forza Italia 261.340 preferenze (16,9%); il Partito Democratico 255.741 (16,6%); Fratelli d'Italia 117.131 (7,62%).

Fin qui i partiti che vanno oltre la soglia  di sbarramento del quattro per cento. Dietro i restanti partiti, che comunque non avranno un proprio rappresentante al Parlamento europeo: +Europa-Italia In Comune-Pde Italia 29.089 (1,89%); La Sinistra 22.487 (1,46%); Europa Verde 18.009 (1,17%); Popolo Della Famiglia - Alternativa Popolare 8.613 (0,56%); Partito Animalista 7.618 (0,50%); Partito Comunista 7.134 (0,46%); Popolari per l'Italia 3.836 (0,25%); Casapound Italia - Destre Unite 3.549 (0,23%); Partito Pirata 2.370 (0,15%); Forza Nuova 2.017 (0,13%).

L'ordine regionale è lo stesso che emerge dall'analisi del voto a Palermo e provincia, con percentuali appena differenti: M5S 29,19%, Lega 20,20%, Forza Italia 18,91%, Pd 16,55%, Fratelli d'Italia 6,61%.

Stessa storia a Catania, dove però il rapporto di forza fra berlusconiani e Dem è invertito. Gli azzurri, invece, sfiorano il colpaccio a Messina raggiungendo il 23,76 per cento ad una incollatura dal 23,93 del Movimento 5 Stelle (partito più votato anche in riva allo Stretto). Merito anche dell'endorsement del sindaco Cateno De Luca nei confronti di Dafne Musolino, assessore in carica della sua giunta.

Ma il risultato migliore i grillini lo raggiungono a Trapani con 45.153 voti e il 37,23% delle preferenze, davanti a Lega (21,17), Pd (15,10) e Forza Italia (14,56).

Merita una citazione anche il "caso" Enna dove il Partito democratico raggiunge il migliore risultato a livello regionale, sfiorando il 19 per cento, dietro soltanto a Cinque Stelle. Un traguardo dietro il quale c'è di certo lo zampino di Vladimiro Crisafulli, politico di lungo corso e attuale coordinatore del Pd nella provincia di Enna.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X