Mercoledì, 13 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo
GLI INCONTRI

La visita di Xi Jinping e nuovi accordi, le arance rosse siciliane pronte a conquistare la Cina

presidente cinese, Xi Jinping, Xi Jiping, Sicilia, Politica
Il presidente della Cina Xi Jinping e la moglie Peng Liyuan al loro arrivo a Roma

La visita di Xi Jinping in Italia sancisce anche nuovi accordi commerciali fra l'Italia e la Cina.  E si mettono a frutto i primi risultati di un'intesa che riguarda da vicino anche la Sicilia e la sua economia.

Alibaba, con il supporto del ministero delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo e del Distretto agrumi di Sicilia, infatti sarà la prima piattaforma globale a portare le arance rosse di Sicilia in Cina. Lo rende noto un comunicato.

«Sono veramente contento del fatto che sta per partire il primo carico di arance siciliane via aereo verso la Cina: è un accordo che abbiamo firmato con il ministro Centinaio subito dopo la visita a Shanghai, questo significa che non porteremo solo artigianato ma anche agroalimentare, con grandi opportunità per comparti che erano in forte crisi», ha detto il vicepremier Luigi Di Maio a margine del forum Italia-Cina.

In novembre in una missione in Cina del vicepremier Luigi Di Maio era stato 'chiuso' il dossier sull'export di agrumi, con arance e limoni che potranno essere trasportati in aereo nel gigante asiatico, mentre in dicembre era stato firmato a Milano il rinnovo del 'memorandum of understanding' tra ministero, Icqrf e Alibaba per promuovere le eccellenze agroalimentari di qualità certificata italiane su tutte le piattaforme del gruppo cinese.

L’arancia rossa sarà presente in una fascia di mercato premium, di alta qualità e distribuite a partire dalle prossime settimane, inizialmente tramite Mr Fresh di Tmall, una dei 'marketplaces' on line del gruppo Alibaba che conta 637 milioni di consumatori cinesi attivi, e Freshippo, catena di supermercati 'new retail'.

«Posso assicurare che (la firma dell’accordo sulla via della Seta, ndr) è una grandissima opportunità per tutti noi, in cui ho creduto dal mio primo viaggio in Cina: è una cornice nella quale crescere insieme, sono veramente contento che domani si posa procedere alla firma come primo paese del G7», ha detto ancora il vicepremier Di Maio.

© Riproduzione riservata

PERSONE: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X