Sabato, 02 Luglio 2022
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Rifiuti in Sicilia, la guerra dei sindaci contro l’ordinanza di Musumeci
LA POLEMICA

Rifiuti in Sicilia, la guerra dei sindaci contro l’ordinanza di Musumeci

di

I sindaci siciliani provano a bloccare le nuove norme in materia di smaltimento dei rifiuti e raccolta differenziata. Ma il presidente non cambia idea e rilancia approvando in serata in giunta anche la riforma degli Ato. Come riportato nelle pagine del Giornale di Sicilia oggi in edicola.

Sotto accusa finisce l’ordinanza del 7 giugno scorso con la quale Musumeci ha rivoluzionato il sistema di raccolta e smaltimento introducendo obblighi stringenti a carico dei sindaci. Una ordinanza che assegna al governatore il potere di commissariare e dichiarare decaduti i sindaci che non rispetteranno la norma.

Per questo l’Anci, l’associazione dei sindaci guidata da Leoluca Orlando, evidenzia «che non c’è stato invece alcun intervento della Regione sull’impiantistica mentre i Comuni sono costretti a conferire i rifiuti a distanze eccessive e a costi esosi». I sindaci contestano anche la mancata chiusura degli Ato: «I costi di tutto ciò non possono essere riversati semplicisticamente sulle amministrazioni locali».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X