Mercoledì, 28 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Comunali, in Sicilia ha votato il 65,25%: più della media nazionale
COMUNALI

Comunali, in Sicilia ha votato il 65,25%: più della media nazionale

PALERMO. Una affluenza del 65,25 per cento, circa tre punti percentuali superiore rispetto alla media nazionale. E' il dato registrato in Sicilia, ad urne chiuse, dove ieri dalle 7 alle 23 si è votato per l'elezione di 29 sindaci ed il rinnovo di altrettanti consigli comunali.

Il dato nazionale, infatti, si ferma al 62,14 per cento. In tutta Italia i cittadini sono stati chiamati alle urne in 1.274 centri. Nelle precedenti comunali aveva votato il 67,42%.

In Sicilia sono quindici i comuni con più di diecimila abitanti tra quelli interessati a questa tornata, con 406.059 elettori. Nessun capoluogo di provincia era coinvolto. Tra le città più popolose, Alcamo, Vittoria e Caltagirone. La percentuale d'affluenza più alta si è registrata ad Antillo, nel Messinese, con il 75,81% di votanti;la più bassa a Calascibetta con il 49,16. I due comuni dell'Ennese interessati al voto (l'altro è Barrafranca, con il 49,46%) sono gli unici nei quali non è stata superata la soglia del 50%. Alle 23, subito dopo la chiusura delle urbe, sono cominciate le operazioni di scrutinio.

Mentre nel piccolo centro di Galati Mamertino, nel Messinese, con poco meno di tremila abitanti il risultato era già raggiunto prima delle venti di ieri sera. Uno solo il candidato sindaco: Nino Baglio. Per diventare sindaco, al medico messinese di 50 anni bastava il raggiungimento del quorum, necessario perché le elezioni fossero valide. E alle 19 ai seggi erano già andati in 1.443, ovvero la metà più uno degli aventi diritto.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X