Sabato, 29 Febbraio 2020
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Gesti osceni di Barani, scoppia la bagarre nell'Aula del Senato
PALAZZO MADAMA

Gesti osceni di Barani, scoppia la bagarre nell'Aula del Senato

ROMA. Il senatore di Ala Lucio Barani fa gestacci osceni nell'Aula del Senato alla senatrice del M5S Barbara Lezzi e scoppia la bagarre in Aula. Secondo la descrizione che fa dell'accaduto il senatore Aldo di Biagio si sarebbe trattato del mimo di un rapporto di sesso orale. Paola Taverna (M5S) si appella al presidente Grasso affinché intervenga contro Barani e gli faccia chiedere scusa. Molte senatrici prendono la parola contro Barani e Grasso sospende la seduta per capire come si siano svolti i fatti. A sollevare la questione è stata Paola Taverna (M5s) che ha accusato Barani di aver fatto un gesto osceno verso la collega Barbara Lezzi: "Mi vergogno a rifarlo", dice con voce alterata e, rivolta a Barani, urla "porco maiale". Il presidente Grasso chiede allora spiegazioni a Barani, che però nega: "Io solo detto che dopo che avevano interrotto il senatore Falanga, ora lo abbiamo fatto parlare. Se loro lo vogliono interpretare male....vogliono buttarla in rissa. Se è stato interpretato male io mi scuso". Ma la vicenda non si chiude qui.

Il capogruppo di M5s attacca: "Questa gente quella cosa la riceverebbe davvero fuori di qui, ma dal popolo". Finalmente Grasso dà la parola a Barbara Lezzi, che indignata, insiste sul gesto "volgare e scurrile" che avrebbe compiuto il capogruppo di Ala. "Quando chiederà scusa, riprenderemo, senno' di Costituzione non si parla. Chieda scusa". L'aula è in subbuglio e anche altre senatrici di altri gruppi attaccano Barani. Erika Rossi della Lega spiega di aver visto il gestaccio e invita con fermezza a chiedere scusa. Ma Barani si trincera dietro la propria "onorabilità": "Non ho fatto alcun gesto", ripete. A questo punto è Cinzia Bonfrisco, che con Barani ha condiviso la militanza nel Psi, a incalzare: "L'aula deve essere difesa, non deve essere un bivacco. Io prego il senatore Barani di chiedere formalmente scusa per questo gesto inqualificabile". E poi alzando il tono della voce lo apostrofa: "E si tolga quel garofano (che Barani porta sempre nel taschino della giacca ndr) che fa rivoltare nella tomba i socialisti. Togliti quel garofano che sei un pagliaccio". Anche la vicepresidente del Senato, Valeria Fedeli (Pd), stigmatizza l'accaduto e avanza una richiesta a Grasso: "Il Consiglio di presidenza valuti, gesti e parole spesso offensive che in questa aula vengono rivolte alle donne". Grasso assicura che convocherà il Consiglio di presidenza, luogo deputato per la materia disciplinare, dove "verificare in maniera documentato" l'accaduto. Ma è costretto a sospendere per dieci minuti i lavori per far calmare gli animi.

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X