Venerdì, 30 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Riforma acqua, all’Ars corsa a ostacoli Prime norme: gratis 50 litri per tutti
REGIONE

Riforma acqua, all’Ars corsa a ostacoli
Prime norme: gratis 50 litri per tutti

di
L’Aula si spacca sull’apertura ai privati, oggi il voto decisivo. Il presidente: andiamo avanti, pronti a difenderci alla Consulta

PALERMO. «Il sistema privatistico di gestione dell’acqua in Sicilia è stato in molti casi fallimentare»: Rosario Crocetta ha rotto il silenzio andando in pressing sul Parlamento per far approvare la riforma dando le competenze in mano ai sindaci e a società pubbliche. È iniziato così il voto sulla riforma che più sta spaccando la maggioranza e lo stesso governo.

Crocetta ha ufficializzato la propria contrarietà alla linea invocata dall’assessore al ramo, Vania Contrafatto. La renziana ha invece continuato a sollecitare emendamenti che riaprono il settore ai privati, segnalando che così prevedono norme nazionali e comunitarie.

Intanto l’incertezza ieri ha reso lentissimo il cammino della riforma. L’Ars ci ha messo tre ore ad approvare il solo primo articolo. Che però, come chiedeva Crocetta, è passato senza emendamenti. E introduce già principi che modificano radicalmente il settore: «L’acqua è un bene comune pubblico privo di rilevanza economica e non assoggettabile a ragioni di mercato» si legge al primo comma.

L’articolo 1 enuncia la filosofia della riforma che è quella di «disciplinare funzioni e compiti per il governo pubblico del ciclo integrato dell’acqua». Previste anche «l’erogazione giornaliera di un quantitativo minimo vitale di 50 litri a persona» (sarà gratuita o scontatissima) e una tariffa unica regionale calmierata. Sono principi su cui Crocetta mette insieme i fedelissimi. Nino Oddo (Psi) ripete il mantra del presidente: «Ormai nelle principali capitali europee, a cominciare da Parigi, si sta affermando un modello di gestione interamente pubblico».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X