Sabato, 06 Giugno 2020
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Terreni dell’Esa sottratti alla Regione, accertamenti a tappeto in tutta la Sicilia

Terreni dell’Esa sottratti alla Regione, accertamenti a tappeto in tutta la Sicilia

Dopo la denuncia di Crocetta verifiche sugli appezzamenti assegnati negli anni Cinquanta ai contadini
Sicilia, Politica

PALERMO. Una verifica a tappeto su tutti i terreni che sono stati assegnati negli anni Cinquanta dalla Regione ai contadini. A più di mezzo secolo di distanza, il governo e l’Esa provano a vedere cosa è rimasto della riforma agraria che ha tolto i terreni ai latifondisti per assegnarli ai più poveri.
È la mossa decisa per fare luce sull’ultimo caso che sta scuotendo la Regione: la presunta truffa sui passaggi di proprietà e possesso di questi terreni, denunciata da Rosario Crocetta e dal commissario dell’Esa Francesco Calanna alla Procura di Messina.
Secondo la denuncia - dai profili giudiziari ancora tutti da sviluppare - un fondo di 130 ettari è stato venduto da un avvocato di Tortorici senza però esserne il proprietario. L’avvocato rivendica di averlo acquisito per usucapione ma per Crocetta «i terreni oggetto della riforma agraria non possono essere venduti».
UN SERVIZIO SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X