Giovedì, 20 Giugno 2019

Finanziaria: restano ticket e tasse, tagli al personale

Aliquote massime per Irap e Irpef. Bianchi: per i precari si tratta per prorogare i contratti sino a fine anno. Congelata la riforma Fornero, regionali in pensione con le vecchie regole: obiettivo smaltire 800 persone
Sicilia, Politica

PALERMO. Ci sono i ticket per i ricoveri, anche se salta l’aumento di quelli per le ricette, e viene prorogato di altri tre anni l’aumento delle aliquote Irap e Irpef per finanziare la sanità. Fioccano i tagli agli enti e alle spese di gestione della macchina amministrativa e spunta pure una miniriforma delle pensioni. Eccola la Finanziaria targata Crocetta: quasi 80 articoli e 40 pagine. La parola ora passa all’Ars con l’obiettivo di arrivare al varo entro il 30 aprile.
La Finanziaria vale 996 milioni di maggiori entrate e un miliardo e 130 milioni di minori spese. Fra le entrate, la principale è quella assicurata dal mantenimento per altri tre anni delle aliquote massime dell’Irap e dell’addizionale Irpef: introdotte da Cuffaro nel 2006, dovevano restare in vigore fino alla chiusura del piano di rientro (nel 2009) ma sono state prorogate sia dal governo Lombardo che da quello Crocetta. La misura vale circa 300 milioni all’anno. E viaggia insieme al ticket per i ricoveri: 10 euro al giorno (per un massimo di 70) per chi ha un reddito familiare di almeno 50 mila euro e 25 euro al giorno (massimo 175) per i redditi superiori a 100 mila euro.
Aumentano tutti i canoni per miniere e cave: il gettito verrà diviso fra Comune (&0%) e Regione (40%). E c’è il mutuo da 360 milioni non acceso nel 2012: 300 serviranno per coprire il primo terzo del buco da un miliardo nei conti del 2012, che verrà ripianato entro il 2015. Ci sono poi i fondi Fas: 500 milioni che finanzieranno il trasporto pubblico su gomma nel 2013 (200 milioni) e nel 2014 e 2015. Per i collegamenti con le Isole minori pronti 84 milioni. Ora Bianchi si dice certo che non c’è rischio default.
Vastissima la parte che riguarda la galassia dei precari. In generale, i contratti dei 18.500 ex articolisti dei Comuni potranno essere prorogati solo fino al 31 luglio, anche se il governo ha pronti 290 milioni per arrivare a fine anno. Proroga fino al 31 luglio anche per i precari di Cefpas, enti parco, Camere di commercio e Irsap. I dettagli sul Giornale di Sicilia in edicola.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X