Domenica, 31 Maggio 2020
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Regioni, l'Ars approva tre articoli del disegno di legge

Regioni, l'Ars approva tre articoli del disegno di legge

Approvate le norme 6(che prevede l'affidamento della gestione alle società di regolamentazione del servizio di raccolta (Srr) e la 7 e 8, che riguardano l'avvio e le funzioni delle autorità d'ambito (Ato)

Palermo. L'Ars ha approvato gli articoli 6, 7 e 8 del ddl rifiuti. L'art. 6 prevede l'affidamento della gestione alle società di regolamentazione del servizio di  raccolta (Srr). Gli artt. 7 e 8 riguardano l'avvio e le funzioni  delle autorità d'ambito (Ato). L'esame degli altri articoli del  ddl è stato rinviato a martedì prossimo alle 16 dal vice  presidente dell'Ars, Santi Formica.  Il dibattito in aula si è acceso intorno all'emendamento  aggiuntivo del governo, che è stato poi accantonato su  richiesta del presidente della Regione Raffaele Lombardo, che  consente la sopravvivenza delle società d'ambito cosiddette  "virtuose", finora denominate Ato, vale a dire di quelle che  hanno raggiunto almeno il 15% di raccolta differenziata. La norma, che recepisce le proposte del Pd, avrebbe  "salvato" le società che hanno come comuni di riferimento  Termini Imerese, Caltagirone, Sciacca e Mazzara del Vallo. Lombardo ha preso la parola dopo una serie di interventi di  deputati di maggioranza e opposizione, che hanno rallentato la  discussione del ddl. A favore della norma si è epresso il  capogruppo del Pd, Antonello Cracolici, secondo cui "non  sarebbe corretto considerare alla stessa stregua chi ha gestito  bene e chi invece ha creato danni". Contro l'emendamento,  invece, è intervenuto il deputato del Pdl Sicilia Toni Scilla,  che ha detto "no a norme fatte su misura".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X