Martedì, 19 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo

Con Pulsar la Nissan rilancia
la berlina classica due volumi

Pulsar segna il ritorno di Nissan nel segmento C dopo l’inarrestabile successo commerciale del Qashqai, Crossover di riferimento nella stessa fascia. Progettata e costruita in Europa (a Barcellona)  per il mercato europeo é una vettura elegante, comoda, tecnologica per quanto serve, con motorii affidabili in grado di offrire una guida piacevole e sicura con consumi ed emissioni contenute. Lunga 4,38 metri e con un passo di 2,7 m. Pulsar offre una grande abitabilità interna  aggiungendovi un comodo bagagliaio da 385 litri che possono diventare 1.395 a sedili posteriori abbattuti. Esteticamente riprende elementi stilistici della Qashqai e dell'X-Trail di ultima generazione, con il logo Nissan incorniciato da una caratteristica griglia a forma di V, le cui linee proseguono e caratterizzano fortemente il cofano, gli inconfondibili fari a forma di boomerang e le curve audaci e muscolose. E'  caratterizzata  dai forti volumi dei passaruota, da una linea di cintura rastremata e da un profilo slanciato. La parte posteriore unisce perfettamente la forma alla funzione con i gruppi ottici a forma di boomerang integrati, mentre un profondo incavo nel paraurti posteriore garantisce un piano di carico basso e fruibile. Gradevoli gli interni  curati con utilizzo di materiali di pregio, uno stile ricercato ed innovativo senza tralasciare gli aspetti funzionali del veicolo. La consolle centrale sembra galleggiare sopra la cornice del cruscotto e alloggia il sistema di infotainment NissanConnect e i comandi del riscaldamento e della ventilazione. Incorniciato in un profilo nero lucido, é stato disegnato per essere chiaro e intuitivo e ha uno schermo da 5,8 pollici. Lo strumento combinato nel quadro è stato ottimizzato per facilitarne l'uso e presenta un ampio display Advanced Drive-Assist posto tra il tachimetro e il contagiri. Totalmente personalizzabile può essere impostato per mostrare di volta in volta i comandi di navigazione, informazioni e allarmi e una gran quantità di dati sulle prestazioni. Pulsar offre anche  una gamma di tecnologie accessibili e intuitive come Moving Object Detection (localizzazione degli oggetti in movimento) e il Nissan Safety Shield  e  innovazioni come l'Around View Monitor (Monitor a Visione Panoramica), l'Active Trace Control (Controllo Attivo del Percorso) e la Forward Emergency Braking  (frenata anticipata di emergenza) e l'ultima generazione del sistema di infotainment NissanConnect. La gamma è declinata negli allestimenti Visia,  Acenta e Tekna e sarà in  vendita dal 3 ottobre con  due le motorizzazioni, il benzina DIG-T 1.2 cc. turbo da 115 cv. (consumo 5 l/100 km e 117 g/km di CO2), anche con cambio automatico XTronic (con un sovrapprezzo di 1.500 euro) e il turbodiesel 1.5 cc. dCi da 110 cv. (consumo 3,6 l/100 km e 94 g/km di CO2), entrambe a sei marce, di derivazione Renault ( Euro5). A marzo arriverà una versione sportiva a benzina, con un 1.6 cc. turbo da 190 cv.  Euro6. Prezzi a partire da 17.900 euro  (il 1.2 benzina Visa) per arrivare ai 24.350 euro (il 1.5 diesel Tekna).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X