Mercoledì, 28 Settembre 2022
stampa
Dimensione testo

Mondo

Home Mondo Nella foresta il nuovo negoziato Mosca-Kiev, sul tavolo il «cessate il fuoco»
IL CONFLITTO

Nella foresta il nuovo negoziato Mosca-Kiev, sul tavolo il «cessate il fuoco»

guerra in ucraina, Sicilia, Mondo
Il tavolo dei negoziati

Non si ferma l’offensiva dei contingenti russi all’Ucraina con attacchi missilistici nel centro di Kharkiv, mentre le forze filo russe circondano Mariupol priva di acqua e con centinaia di persone bloccate. Gli Stati Uniti stimano che i morti russi nei sette giorni di invasione dell’Ucraina siano circa 2.000. In questo clima si svolgerà domattina il secondo round dei colloqui tra Russia e Ucraina, in un luogo nella foresta Belovezhskaya Pushcha della regione di Brest, in Bielorussia, al confine con la Polonia.

Sul tavolo dei negoziati l'ipotesi del cessate il fuoco

Mentre una delegazione russa arriverà in serata gli ucraini raggiungeranno il luogo dell’incontro domani mattina attraverso un corridoio di sicurezza fornito dai russi. Kiev ha accettato l’incontro a patto che non vi sia alcun ultimatum di Mosca. Il capo negoziatore russo Medinsky, citato da Interfax, assicura che l’ipotesi di un cessate il fuoco è sul tavolo dei negoziati.

L'ambasciatore ucraino all'Onu accusa la Russia di «genocidio»

Il clima rimane tesissimo con l’ambasciatore ucraino all’Onu Kyslytsya che accusa la Russia di «genocidio» nel suo intervento all’assemblea straordinaria e la Russia che non esclude rischi di scontro e un escalation di incidenti con l’Alleanza Atlantica. Kiev ha chiesto alla Nato di valutare l’ipotesi di una no-fly zone sui cieli dell’Ucraina, ma l’Alleanza, interpellata dall’ANSA, rimanda alle parole di ieri del segretario generale Stoltenberg: ‘Il Patto Atlantico è al fianco dell’Ucraina, ma non vuole essere parte del conflitto in corso. Non manderà il suo esercito e non manderà aerei nello spazio dell’Ucrainà.
L’irritazione russa era scattata nelle parole del ministro Lavrov: «Una Terza Guerra Mondiale sarebbe nucleare e devastante», ha avvertito. E poco prima dell’inizio dei negoziati precisa: «Se non fosse stata annessa alla Russia nel 2014, la Nato avrebbe collocato le sue basi militari in Crimea». Mentre il premier britannico Johnson alla Camera dei Comuni ha accusato Putin di «crimini di guerra» pronto a sostenere l’accusa di fronte a un tribunale internazionale.
L’amministrazione Biden annuncia d’aver creato una task-force composta da dieci procuratori per perseguire gli oligarchi russi corrotti. Venerdì si terrà un Consiglio Affari Esteri Ue straordinario al quale l’Alto Rappresentante per la Politica Estera europea Borrell ha invitato Blinken, Kuleba, Truss, Joly e Stoltenberg. La mattina dello stesso giorno è previsto un vertice dei ministri degli Esteri dell’Alleanza Atlantica.

Borse europee in cauto rialzo

Le Borse europee si muovono in cauto rialzo con i futures Usa dietro ai quali hanno oscillato per tutta la mattinata. Piazza Affari chiude in rialzo, in linea con gli altri listini europei L’ultimo indice Ftse Mib guadagna lo 0,70% a 24.534 punti. Valgono ormai quasi zero alcuni dei maggiori gruppi russi quotati alla Borsa di Londra attraverso i depositary receipts, i certificati che rappresentano le azioni di società estere mentre il listino di Mosca è chiuso per la terza seduta consecutiva. Pesante l’esposizione delle banche verso Mosca con Fitch che dà l’allarme e ricorda come, secondo i dati della Bri al 30 settembre 2021, le banche europee avevano 91 miliardi di dollari di esposizione verso controparti russe. Gli istituti italiani e francesi, ricorda Fitch, sono quelli con ‘la più grande esposizione cross-border’ e Socgen e Unicredit gli istituti con le «maggiori operazioni» in Russia. Nel nuovo pacchetto di sanzioni c’è anche il divieto di esportare euro in Russia.

Il Regno Unito pronto a rafforzare le sanzioni

Il Regno Unito è pronto a rafforzare le sanzioni contro la Russia, ma anche a fornire armi a Kiev e ad aprire la porte a chi fugge ‘dal disastro umanitario che sta emergendo in Ucraina. Johnson ha accusato Putin di «crimini di guerra» in Ucraina. Prese di distanza dalle azioni della Russia si registrano tra la base della Chiesa ortodossa russa e il Patriarcato di Mosca guidato da Kirill: 236 sacerdoti e diaconi della Chiesa ortodossa russa definiscono la guerra in Ucraina ‘fratricidà, e chiedono la riconciliazione e un immediato cessate il fuoco. L’oppositore Alexei Navalny ha invitato i russi a organizzare proteste quotidiane contro la campagna militare di Mosca. Gli atleti russi e bielorussi potranno partecipare ai Giochi Paralimpici di Pechino che inizieranno venerdì. In Piemonte in arrivo sette bambini malati oncologici. Il governatore Cirio ha organizzato il salvataggio con l’ambasciatore ucraino in Italia Melny.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X