Lunedì, 06 Dicembre 2021
stampa
Dimensione testo

Mondo

Home Mondo Malta toglie il divieto di ingresso ai turisti non vaccinati: ma scatta l'obbligo di quarantena
NUOVE REGOLE

Malta toglie il divieto di ingresso ai turisti non vaccinati: ma scatta l'obbligo di quarantena

coronavirus, malta, turismo, vaccino, Sicilia, Mondo
Un'immagine della Valletta, Malta

Malta ha ribaltato i piani per introdurre un divieto per i viaggiatori non vaccinati solo poche ore prima che entrasse in vigore, da oggi: ora quelli senza vaccinazioni per il coronavirus può mettersi in quarantena. «Le persone che arrivano a Malta da uno dei Paesi elencati... senza essere in possesso di un certificato di vaccinazione devono sottoporsi a un periodo di quarantena», ha decretato il governo.

La durata del periodo di quarantena non è stata immediatamente chiarita, anche se Malta ha già imposto a coloro che arrivano da certi Paesi «rossi» di passare 14 giorni in autoisolamento. L’isola la scorsa settimana aveva annunciato che sarebbe diventato il Primo paese europeo a imporre un divieto sui viaggiatori non vaccinati dopo un picco di casi di Covid-19. Ma quell'annuncio ha attirato le critiche della Commissione europea, in quanto rischiava di minare un certificato di viaggio a livello europeo che mostra se qualcuno è vaccinato, è guarito dal coronavirus o è recentemente risultato negativo.

Il ministro della salute Chris Fearne era sembrato chiudere completamente la porta ai turisti statunitensi e altri, dicendo venerdì scorso che solo un certificato di vaccinazione maltese, britannico o europeo sarebbe stato valido per l’ingresso. Tuttavia molti altri Paesi sono inclusi nel nuovo decreto in vigore da domani.

I residenti maltesi non vaccinati che si sono trovati fuori dal paese quando le regole sono cambiate possono mostrare un test PCR negativo, purchè il paese coinvolto sia nella lista approvata. Malta è stata vista come un successo europeo per la sua campagna di vaccinazione, con circa l’80% della popolazione adulta completamente vaccinata. Ma dal non segnalare nessun nuovo caso e avere solo 28 casi attivi il 27 giugno, venerdì ha riportato 96 nuove infezioni, portando il totale dei casi attivi a 252.

Molti dei casi sono stati ricondotti alle scuole di lingua inglese, che il governo ha annunciato la settimana scorsa che sarebbero state tutte chiuse da domani. Centinaia di studenti sono stati bloccati in quarantena in seguito all’epidemia, compresi 150 italiani, secondo il ministero degli Esteri.

(AGI)

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X