Venerdì, 25 Giugno 2021
stampa
Dimensione testo

Mondo

Home Mondo Deputate inglesi al fianco di Meghan Markle: "Basta bullismo della stampa"
DOPO L'INTERVISTA

Deputate inglesi al fianco di Meghan Markle: "Basta bullismo della stampa"

Basta "bullismo della stampa" britannica contro Meghan e le donne in generale e basta "toni
coloniali" improntanti al pregiudizio.

È l’obiettivo delle iniziative parlamentari annunciate dalla giovane deputata laburista Holly Lynch, promotrice nel recente passato con altre 71 colleghe di vari partiti di una lettera di solidarietà alla
duchessa di Sussex sullo sfondo delle polemiche che l’hanno coinvolta.

Lynch ne ha parlato oggi al progressista Guardian, affermando di essere stata toccata dalle denunce fatte da Meghan e Harry nella recente esplosiva intervista alla Cbs in cui hanno parlato di persecuzioni dei tabloid, oltre che del mancato sostegno della corte di fronte a una depressione della duchessa sfociata in pensieri suicidi e dei timori dal sapore razzista sul colore della pelle del piccolo Archie che sarebbero stati espressi prima della sua nascita da un membro (non la regina né il principe Filippo) della stessa Royal Family.

E ha aggiunto di essere «d’accordo con il principe Harry sul pericolo che la storia possa ripetersi» dopo quanto capitato a suo tempo a Diana.

«Troppi media - ha poi incalzato la deputata - hanno ignorato gli appelli a un cambiamento» rispetto ai comportamenti abusivi «e questo potrebbe rendere necessario chiamare in causa
il governo per trovare il modo di fermare la caccia alle donne che hanno una vita pubblica e il rischio di spingerle al suicidio».

Le deputate scese in campo in difesa di Meghan stanno inoltre verificando la possibilità di un dibattito alla Camera dei Comuni sui temi del razzismo nei media e della narrativa sui problemi di salute mentale sollevati dai Sussex con Oprah Winfrey: temi che hanno indotto ieri la regina a far diffondere un raro messaggio a nome di tutti i Windsor per ribadire non solo l’affetto verso Harry, Meghan e Archie, ma assicurare che le loro denunce verranno «prese sul serio».

Intanto anche in Italia è diventata un evento televisivo l’intervista di Oprah Winfrey a Meghan e Harry: è stata trasmessa in esclusiva ieri su Tv8. L'intervista ha totalizzato 1 milione 204 mila spettatori medi con il 4,47% di share e 3 milioni e 224 mila spettatori unici.

Durante la messa in onda, Tv8 è stato quinto canale nazionale più visto. In particolare, sui 25-34enni il programma raggiunge l'8,43% di share (con Tv8 terza rete nazionale in questa fascia d’età), sui 35-44enni il 7,94%, sui laureati il 7,18%. Più in generale, sul target 15-54 anni, la share si attesta al 6,29%.

L'hashtag #HarryMeghanTV8 è stato in tendenza su Twitter per tutta la notte, fino all’alba.

L’intervista sarà replicata stasera, sempre su Tv8, in seconda serata dopo la sesta puntata di audizioni di Italia's Got Talent.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X