Sabato, 06 Marzo 2021
stampa
Dimensione testo

Mondo

Home Mondo In Norvegia morti 23 anziani: "Reazione al vaccino tra le possibili cause". Pfizer: "Dati non allarmanti"
IL CASO

In Norvegia morti 23 anziani: "Reazione al vaccino tra le possibili cause". Pfizer: "Dati non allarmanti"

Le morti di 23 anziani norvegesi ai quali era stato somministrato il siero Pfizer/BioNTech contro il coronavirus potrebbero essere state legate a reazioni avverse al vaccino, che potrebbero aver compromesso quadri clinici già molto fragili. E’ quanto si legge in una nota sul sito dell’Agenzia del Farmaco Norvegese, che ha steso un rapporto su 13 dei 23 decessi insieme all’Istituto Norvegese di Salute Pubblica.

«I rapporti suggeriscono che le comuni reazioni avverse ai vaccini con Rna messaggero, come febbre e nausea, potrebbero aver contribuito a un esito fatale in alcuni pazienti fragili», ha detto Sigurd Hortemo, medico capo dell’Agenzia, il quale ha ricordato che le sperimentazioni svolte da Pfizer e BioNTech non hanno incluso «pazienti con malattie instabili o acute» e hanno coinvolto «pochi partecipanti di età superiore agli 85 anni».

«In Norvegia al momento stiamo vaccinando gli anziani e le persone nelle case di riposo con malattie gravi pregresse, pertanto è prevedibile che avvengano decessi vicini alla data della vaccinazione», prosegue la nota, «in Norvegia in media 400 persone muoiono ogni settimana nelle case di riposo».

«Tutte le morti che avvengono nei primi giorni dalla vaccinazione sono valutate con attenzione», prosegue il comunicato, «non possiamo escludere che le reazioni avverse che avvengono nei primi giorni successivi alla vaccinazione, come febbre o nausea, potrebbero aver contribuito a un decorso più serio e a un esito fatale in pazienti con gravi malattie pregresse».

«Per i soggetti nelle condizioni più fragili, anche effetti collaterali vaccinali relativamente leggeri possono avere serie conseguenze», ha riferito l’Istituto Norvegese di Salute Pubblica, «per coloro che hanno comunque un’aspettativa di vita restante molto bassa, il beneficio del vaccino potrebbe essere marginale o irrilevante».

Pfizer e BioNTech stanno lavorando con l’agenzia del farmaco norvegese per indagare sui decessi di persone anziane associati alla vaccinazione anti-Covid. Lo ha reso noto l’azienda farmaceutica americana, riporta Bloomberg. L'ente di controllo norvegese, ha riferito Pfizer, ha rilevato che "il numero degli incidenti finora non è allarmante ed è in linea con le previsioni".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X