Venerdì, 23 Aprile 2021
stampa
Dimensione testo

Mondo

Home Mondo Misteriosa malattia in India, scoperta la causa: contenuta nell'acqua e nel latte
A ELURU

Misteriosa malattia in India, scoperta la causa: contenuta nell'acqua e nel latte

Un morto in seguito a un infarto e 500 ricoveri: è questo al momento il bilancio della misteriosa malattia che ha colpito l'India, in particolare Eluru, in Andhra Pradesh. Ma pare che siano già state individuate le cause: piombo e nickel nell'acqua potabile e nel latte.

Un comunicato emesso dall'ufficio del governatore dello stato, YS Jagan Mohan Reddy, rende noto che i primi risultati delle analisi dei laboratori dell'ospedale Aiims di Delhi e di altre istituzioni di ricerca, indicano i due minerali velenosi come causa inequivocabile dei disturbi.

Centinaia in ospedale

Da sabato scorso centinaia di pazienti si sono presentati in ospedale affetti da vomito, occhi che bruciavano, crisi epilettiche, svenimenti. In grande maggioranza sono già stati dimessi, ma una persona ha perso la vita. L'ipotesi di una contaminazione dell'acqua era stata subito avanzata, ma le autorità dello stato avevano inizialmente insistito nell'escludere questa possibilità.

Non è Coronavirus

Lo stato, nel sud dell’India, è colpito duramente dal Covid ed è il terzo più toccato del paese, con oltre 800 mila positivi, ma i sanitari hanno subito escluso che questo caso fosse collegato al coronavirus anche perché i sintomi sono di genere diverso: vomito, occhi che bruciano, svenimenti, crisi epilettiche. Il ministro alla salute dello stato, Alla Kali Krishna Srinivas, ha detto che nelle prossime ore arriverà a Eluru un team di esperti dell’Oms.

Squadre di medici al lavoro

Il primo ministro dello Stato, Jaganmohan Reddy, ha ordinato l'invio di squadre mediche speciali per accertare le cause della malattia. Gli specialisti dell'All India Institute of Medical Sciences si sono recati nell'Andhra Pradesh per indagare la misteriosa malattia.

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X