Martedì, 27 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Mondo

Home Mondo Proteste in Thailandia: proclamato lo stato di emergenza, arrestati i leader della rivolta
SCONTRI

Proteste in Thailandia: proclamato lo stato di emergenza, arrestati i leader della rivolta

Thailandia, Sicilia, Mondo
epa08746352 Thai protesters confront police officers during an anti-government protest outside Government House in Bangkok, Thailand, 15 October 2020. State of emergency were brought into effect on 15 October 2020, in Bangkok, by Thai Prime Minister Prayut Chan-o-cha, in an effort to end months-long protesting in the nation's capital. EPA/STR

Almeno 20 attivisti per la democrazia, fra cui quattro dei maggiori leader, sono stati arrestati questa mattina a Bangkok dopo la proclamazione dello stato di emergenza, con la polizia che ha liberato l’area occupata ieri dai manifestanti all’esterno della sede del governo. Lo riferiscono i media thailandesi.

Tra gli arrestati ci sono Anon Nampha, Parit Chiwarak, Panupong Jadnok e Panusaya Sithijirawattanakul, tra i più attivi nei comizi alla folla e nel reiterare le richieste per un nuovo governo, una nuova Costituzione e lo stop alla persecuzione dei dissidenti politici. In particolare, Panusaya (21 anni) è la studentessa che per prima in agosto lesse un manifesto per la riforma della monarchia davanti a una folla di studenti.

Alcuni tra gli arrestati, come Anon e Parit, sono già stati arrestati con l'accusa di sedizione negli ultimi tre mesi, e poi rilasciati su cauzione. Dopo le proteste di ieri, però, le autorità sembrano intenzionate a stroncare sul nascere il movimento. ANSA

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X