Venerdì, 24 Gennaio 2020
stampa
Dimensione testo

Mondo

Home Mondo Il grido del Papa a Hiroshima: "Mai più bombe atomiche"
VIAGGIO IN ASIA

Il grido del Papa a Hiroshima: "Mai più bombe atomiche"

Papa Francesco nel suo discorso all’incontro sulla pace a Hiroshima ha sottolineato che non solo l’uso ma «anche il possesso» della atomica «è immorale». «L'ho già detto due anni fa», ha poi ricordato, richiamando il discorso che tenne in Vaticano nel 2017 per il disarmo nucleare.

«L'uso dell’energia atomica per fini di guerra è immorale. Saremo giudicati per questo», ha aggiunto il pontefice. «Con convinzione desidero ribadire che - ha continuato - l’uso dell’energia atomica per fini di guerra è, oggi più che mai, un crimine, non solo contro l’uomo e la sua dignità, ma contro ogni possibilità di futuro nella nostra casa comune». Le nuove generazioni «si alzeranno come giudici della nostra disfatta se abbiamo parlato di pace ma non l’abbiamo realizzata con le nostre azioni tra i popoli della terra», ha poi aggiunto.

«Faccio memoria qui di tutte le vittime e mi inchino davanti alla forza e alla dignità di coloro che, essendo sopravvissuti a quei primi momenti, hanno sopportato nei propri corpi per molti anni le sofferenze più acute e, nelle loro menti, i germi della morte che hanno continuato a consumare la loro energia vitale».

«In un’unica supplica, aperta a Dio e a tutti gli uomini e donne di buona volontà, a nome di tutte le vittime dei bombardamenti, degli esperimenti atomici e di tutti i conflitti, eleviamo insieme un grido: Mai più la guerra, ma più il boato delle armi, mai più tanta sofferenza!».

«Ho sentito il dovere di venire in questo luogo come pellegrino di pace, per rimanere in preghiera, ricordando le vittime innocenti di tanta violenza».

© Riproduzione riservata

TAG: ,

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X