Domenica, 17 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo
IL DISASTRO IN ETIOPIA

Boeing 737, bufera dopo l'addio a Tusa: "Problemi all'aereo? La società sapeva"

Bufera sulla Boeing: una serie di sms tra dipendenti nel 2016 svelerebbe che la società era consapevole del rilevante problema del sistema di controllo automatico del volo che avrebbe provocato la caduta dei due aerei in Indonesia e lo scorso 10 marzo in Etiopia provocando la morte di 346 passeggeri e membri di equipaggio.

A bordo, sul Boeing 737 dell'Ethiopian Airlines, c'era 157 persone tra cui l'archeologo e assessore regionale Sebastiano Tusa, di cui ieri si sono svolti i funerali a Palermo. La notizia del carteggio sospetto è riportata dai media Usa. "Mi aspetto la vostra spiegazione immediatamente", ha scritto l'amministratore della Federal Aviation Administration (Faa) Steve Dickson alla Boeing.

La salma di Tusa è arrivata in Italia soltanto due giorni fa. Per l'ultimo saluto, ieri nella chiesa di San Domenico, con la vedova Valeria Livigni e i figli, c'erano anche il governatore Musumeci, alcuni assessori della giunta regionale, il vicesindaco di Palermo e rappresentanti delle forze dell'ordine.

© Riproduzione riservata

TAG:

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X