Mercoledì, 21 Agosto 2019
MEDIO ORIENTE

Cisgiordania, ucciso soldato israeliano e la Jihad "si felicita"

Un soldato israeliano è stato assassinato la scorsa notte mentre era presso l'insediamento di Migdal Oz (vicino a Betlemme, in Cisgiordania). Lo ha riferito la radio militare secondo cui e' stato pugnalato ripetutamente da attentatori che si sono poi dati alla fuga.

L'esercito non ha dubbi che si tratti di un attentato palestinese e conduce estese ricerche, nel timore che essi possano colpire ancora. In un comunicato il portavoce militare ha precisato che il corpo del soldato è stato trovato questa mattina all'alba e che presentava numerose ferite di arma da taglio. Si tratta - ha aggiunto il portavoce - di uno studente di collegio rabbinico, di 18 anni, inquadrato nelle forze armate. Tuttavia, secondo la radio militare, ancora non era stato addestrato. A quanto pare non era armato. L'esercito sta verificando la possibilità che sia stato rapito e poi ucciso in un posto diverso.

"Le forze di sicurezza sono impegnate adesso in una caccia per catturare il bieco terrorista e regolare i conti": lo ha affermato in un comunicato il premier israeliano Benyamin Netanyahu, dopo aver appreso della uccisione del soldato.

La Jihad islamica "si felicita" dell'uccisione del soldato israeliano in Cisgiordania: lo ha detto a Gaza il portavoce della organizzazione, Daud Shihab. Secondo la Jihad islamica, "si è trattato di una operazione ardita" che inoltre costituisce un messaggio di incoraggiamento "per i palestinesi prigionieri di Israele''. Questo appare un riferimento a voci, ancora non confermate, secondo cui in una fase iniziale gli assalitori del soldato abbiano tentato di rapirlo per scambiarlo con detenuti palestinesi. ANSA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X