Martedì, 23 Aprile 2019
IL LEADER RIBELLE

Venezuela, Guaidò: "In una settimana uccisi 70 giovani. Roma faccia la cosa giusta"

caos venezuela, Juan Guaidó, Sicilia, Mondo
Juan Guaidò

«Maduro ha perso il controllo del paese e la popolazione sta soffrendo. Ci sono 70 giovani assassinati in una settimana dal faes, le forze speciali di polizia, e 700 persone in carcere, 80 minorenni addirittura bambini». E’ la denuncia di Juan Guaidó sulla situazione in Venezuela, in un’intervista al Tg2.

«Evidentemente c'è una scarsa conoscenza di ciò che sta accadendo. Invito il sottosegretario agli esteri a informarsi, un’altra Libia qui non è possibile», dichiara rispondendo al Tg2 ad una domanda sulle parole di Manlio Di Stefano che, annunciando la contrarietà dell’Italia a riconoscerlo come leader venezuelano, ha invitato ad evitare «lo stesso errore fatto in Libia».

«Invitiamo l’Italia a fare la la cosa corretta perché i giorni qui si contano in vite che si perdono», ha detto Guaidò sottolineando l’importanza del riconoscimento da parte dell’europarlamento.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X