Lunedì, 30 Marzo 2020
stampa
Dimensione testo

Mondo

Home Mondo Pagata per uccidere Kim Jong-nam, la donna: credevo fosse uno scherzo
COREA DEL NORD

Pagata per uccidere Kim Jong-nam, la donna: credevo fosse uno scherzo

KUALA LUMPUR. L'indonesiana arrestata per morte di Kim Jong-nam, il fratellastro del leader nordocoreano Kim Jong-un, è stata pagata 90 dollari per partecipare a quello che lei credeva fosse «uno scherzo». Lo riferisce l'ambasciata d'Indonesia in Malaysia.

Il vice ambasciatore Andriano Erwin ha incontrato oggi Siti Aisyah, la 25enne arrestata insieme con una donna vietnamita.

Secondo l'accusa della polizia malese, Aisyah ha strofinato gas nervino, «agente VX», sul viso del fratellastro del leader di Pyongyang.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X