Lunedì, 24 Febbraio 2020
stampa
Dimensione testo

Mondo

Home Mondo "Via dal mio Paese": ingegnere indiano ucciso in Kansas
USA

"Via dal mio Paese": ingegnere indiano ucciso in Kansas

 NEW DELHI. Un ingegnere indiano è stato ucciso ed altre due persone sono rimaste ferite in una sparatoria mercoledì sera in un bar di Kansas City, negli Stati Uniti, da un ex militare della Marina, Adam Purinton di 51 anni, che sparando ha gridato frasi xenofobe. Lo riferisce oggi la tv India Today.

La vittima è Srinivas Kunchubhotla, 32 anni, impiegato nel quartier generale della compagnia Garmin, mentre Purinton è stato arrestato ieri mattina ed accusato di omicidio e tentato omicidio. Anche uno dei due feriti, Alok Madasani, è un altro ingegnere di origine indiana.

L'incidente è avvenuto nell'Austins Bar and Grill del municipio di Olathe di Kansas City, quando i clienti stavano guardando in televisione una partita di basket. Non sono chiare le ragioni della lite sorta all'improvviso e durante la quale l'ex militare ha estratto un'arma e fatto fuoco gridando fra l'altro, secondo quanto hanno riferito testimoni oculari, «andatevene dal mio Paese!».

L' uomo che ha aperto il fuoco in un bar affollato della periferia di Kansas City gridando, secondo testimoni, frasi razziste, è accusato di omicidio e tentato omicidio. Le autorità, durante una conferenza stampa, non hanno voluto confermare la natura di odio razziale del delitto anche se la polizia locale ha detto che l' Fbi sta collaborando alle indagini. Un rappresentante dell'Fbi, alla stessa domanda, ha risposto che è troppo presto per dirlo.

Il proprietario dell'Austins Bar and Grill di Olathe (Kansas), ha detto che Adam Purinton ha gridato insulti razzisti prima di fare fuoco mentre gli avventori stavano guardano alla televisione la partita di basket University of Kansas-TCU. Srinivas Kuchibhotla, 32 anni, è morto in ospedale. Alok Madasani, coetaneo, e Ian Grillot, 24 anni, sono ricoverati e le loro condizioni stabili. Secondo i loro profili LinkedIn, Kuchibhotla e Madasani sono ingegneri alla fabbrica di Gps Garmin, e hanno studiato in India. Il barista li ha definiti 'gentlemen' e ha detto che avevano l'abitudine di fermarsi al bar per un drink una-due volte alla settimana.

Il più giovane, Grillot, si sarebbe alzato per fare da scudo agli altri due quando l'ex militare ha cominciato a insultarli. «Vattene dal mio Paese», avrebbe gridato secondo i testimoni. Grillot ha aggiunto, sentito in ospedale, di avere contato fino a nove colpi e di avere pensato che il killer avesse scaricato la pistola. Lo avrebbe quindi avvicinato per tentare di fermarlo, venendo colpito a sua volta.

L'aggressore è stato arrestato più tardi in un locale del Missouri, a circa 70 miglia da Olathe. «È stato un crimine efferato - ha detto l'agente dell'Fbi Eric Jackson in conferenza stampa - e vogliamo accurate indagini per confermare i sospetti perchè ci sono delle vittime di questo crimine e vogliamo che la comunità sappia...Vogliamo essere sicuri che la persona coinvolta fosse responsabile delle sue azioni».

Il senatore repubblicano Jerry Moran, del Kansas, ha scritto sul suo profilo Fb di essere molto turbato dall'accaduto. «Condanno con forza ogni tipo di violenza - ha affermato - specialmente se motivata da pregiudizi e xenofobia».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X