Venerdì, 27 Novembre 2020
stampa
Dimensione testo

Mondo

Home Mondo Strage di Berlino, la Francia innalza controlli alla frontiera
TERRORISMO

Strage di Berlino, la Francia innalza controlli alla frontiera

PARIGI. La Francia innalza i controlli alle frontiere con la Germania, la Svizzera e il Lussemburgo: è quanto riferisce la radio parigina RTL citando una nota diffusa dal ministro dell'Interno, Bruno Le Roux, dopo l'attentato di Berlino e i rischi legati alla fuga del presunto attentatore.

Nella Francia in stato d'emergenza per l'allerta terrorismo - ieri sera in tv il premier Bernard Cazeneuve ha parlato di «minaccia estremamente elevata - il dispositivo è a pieno regime in tutti i siti sensibili e luoghi di assembramento.

Tra l'altro, la polizia ha deciso di rafforzare i controlli a Gare de l'Est, la stazione parigina collegata con la Germania e il Lussemburgo. Blindato anche il mercatino di Natale degli Champs-Elysèes, la celebre avenue parigina dello shopping, tra Place de la Concorde e l'Arco di Trionfo, nonchè siti di forte richiamo turistico come la Tour Eiffel, la cattedrale di Notre-Dame e Disneyland-Paris.

Il ministro Le Roux ha chiesto agli agenti di fare »più del massimo« per proteggere cittadini e turisti. Blocchi in cemento armato sono stati sistemati intorno al piazzale del Louvre, dove sorge la celebre Piramide voluta dall'ex presidente Francois Mitterrand, ma anche lungo gli stand natalizi degli Champs-Elysèes. Obiettivo? Bloccare la corsa assassina di potenziali camion killer come successo a Nizza e a Berlino. Tra l'altro, un'unità delle teste di cuoio (Brigade de recherche et d'intervention, BRI) è schierata in permanenza sugli Champs-Elysèes per intervenire al più presto in caso di bisogno.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X