Domenica, 29 Novembre 2020
stampa
Dimensione testo

Mondo

Home Mondo Londra, tram deraglia e si capovolge: 7 morti e almeno 50 feriti
IN PERIFERIA

Londra, tram deraglia e si capovolge: 7 morti e almeno 50 feriti

incidente tram londra, londra tram, Sicilia, Mondo
Il tram deragliato a Croydon, alla periferia di Londra

LONDRA. Sale ad almeno sette il numero dei morti causati dal deragliamento del tram avvenuto ieri a Croydon, alla periferia sud di Londra. Lo riferiscono fonti della polizia britannica citate dal Daily Mail online. Una cinquantina i feriti tuttora in ospedale.

Confermato, stando alle prime verifiche, che il convoglio procedeva a «una velocità significativamente superiore quella consentita in quel punto», una curva con una serie di scambi fra binari all'uscita di un tunnel. Il macchinista arrestato per presunta negligenza, un uomo di 43 anni, resta intanto in detenzione con l'accusa di strage colposa.

Teatro dell'incidente - sotto un cielo grigio di pioggia - è stato il popoloso sobborgo londinese di Croyden, a sud della capitale. Il tram, un convoglio composto da due vagoni di moderna progettazione, ha affrontato una curva a velocità apparentemente eccessiva, sbucando da un tunnel, ed è uscito dai binari ribaltandosi.

Fra la lamiere sono rimaste intrappolare cinque persone, che non è stato possibile estrarre se non quando ormai non c'era più nulla da fare. Mentre altri 51 passeggeri sono finiti in ospedale - alcuni al St Georges in Tooting altri al Croydon University Hospital - 20 dei quali con ferite tanto serie da non poter essere ancora dichiarati fuori pericolo dai medici.

La scena, illuminata dalle prime luci dell'alba sotto gli occhi di soccorritori, passanti e abitanti della zona, è apparsa spaventosa. Fra vagoni accartocciati, grida, sangue, sirene e ambulanze.

«Ho sentito il rumore di un urto violento, poi le urla e ho visto arrivare i primi mezzi di soccorso», ha raccontato a Sky News Hannah Collier, 23 anni, che risiede a Croyden. «Quindi hanno cominciato a portar via i feriti sulle barelle, alcuni molto malconci».

Sul posto si è precipitato anche il sindaco di Londra, Sadiq Khan, che ha promesso aiuto alle vittime e accertamenti celeri, ammettendo peraltro che il bilancio dei morti «potrebbe peggiorare». Quanto all'inchiesta, inizialmente era circolata la voce che l'accaduto potesse essere stato il frutto di «un gioco folle», una specie di scommessa, ma è stato lo stesso Khan a precisare che questa pista non ha trovato alla fine riscontri. Resta quindi l'ipotesi che il tram sia sfuggito al controllo del conducente, per il mancato rispetto dei limiti di velocità, negligenza o distrazione.

L'uomo «è stato arrestato, interrogato ed è tuttora in custodia», ha fatto sapere la polizia ferroviaria britannica, confermando «al momento la morte di 5 persone». Fino a sera si è continuato a lavorare sul luogo del disastro e la linea è rimasta interrotta per ore.

«I miei pensieri e le mie preghiere sono con tutte le persone coinvolte in questo terribile incidente», ha commentato la premier Theresa May.

Mentre il sindacato di categoria Aslef ha invitato alla prudenza sulle conclusioni dell'inchiesta e a non essere «precipitosi nel puntare il dito» contro qualcuno. Facendo intendere che qualche ruolo potrebbero averlo giocato anche il tracciato su cui corrono i tram o la manutenzione: assai meno curati dei vagoni che vi transitano, come nel caso di altre linee urbane o di trasporto locale del regno lasciate alla stregua di cenerentole nella gestione di alcune delle ferrovie privatizzate nei decenni dell'era Thatcher e Blair.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X