Lunedì, 09 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
PAKISTAN

"Falsificò documenti", bloccata l'espulsione della "ragazza afghana"

ragazza afghana, Sharbat Gula, Sicilia, Mondo
Sharbat Gula, nella foto che l'ha resa simbolo della guerra in Afghanistan

ISLAMABAD. Sharbat Gula, la 'Ragazza afghana" immortalata nel 1985 dal fotografo americano Steve McCurry impressionato dai suoi penetranti occhi verdi su una copertina del National Geographic, potrebbe non essere espulsa lunedì come stabilito da un tribunale di Peshawar, dopo essere stata arrestata con l'accusa di aver ottenuto illegalmente un documento di identità pachistano.

L'opposizione al provvedimento proviene dal governatore della provincia di Khyber Pakhtunkhwa, Pervez Khattak, secondo cui la donna, affetta da epatite C, per ragioni umanitarie deve prima essere curata e poi eventualmente rinviata nel suo Paese prima della scadenza della permanenza dei profughi afghani in Pakistan.

Per questo il ministero dell'Interno provinciale ha disposto la sospensione dell'esecuzione della sentenza (15 giorni di carcere e una multa) e il trasferimento della donna, oggi quarantenne, in un ospedale.

L'ambasciatore afghano in Pakistan, Omar Zakhilwal, ha ribadito che Sharbat rientrerà lunedì in Afghanistan e che sarà ricevuta dallo stesso presidente Ashraf Ghani.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X