Sabato, 24 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Mondo

Home Mondo Euro 2016, scontri anche a Lille tra tedeschi e ucraini. Il ministro: niente alcol attorno agli stadi
ALLARME HOOLIGAN

Euro 2016, scontri anche a Lille tra tedeschi e ucraini. Il ministro: niente alcol attorno agli stadi

PARIGI. Ancora scontri tra tifosi in Francia. Questa volta teatro delle tensioni è il centro di Lille a due ore dall'inizio di Germania-Ucraina, valevole per il gruppo C di Euro 2016.

Secondo quanto si apprende, la giornata era cominciata pacificamente a Lille, dove tifosi tedeschi e ucraini si aggiravano tranquillamente nelle strade della città. Gli incidenti sono scoppiati all'improvviso, poco prima delle 18, quando una trentina di hooligan tedeschi hanno attaccato degli ucraini sulla Grand-Place. La polizia è accorsa, i feriti sono stati medicati sul posto, un tedesco è stato posto in stato di fermo. Tutto il centro è ora blindato dagli agenti.

Dopo i terribili scontri di ieri a Marsiglia il clima resta dunque infuocato. Il ministro dell'Interno francese, Bernard Cazeneuve, ha annunciato intanto il divieto di vendita di alcol nelle "zone a rischio", come le aree attorno agli stadi.

Belgio-Italia, prima partita degli azzurri, in programma domani sera a Lione per il gruppo E, è classificata dal ministero dell'Interno francese "a rischio medio". Nessun allarme, apprende l'ANSA da fonti della sicurezza francese, "salvo una particolare attenzione su 400-500 tifosi belgi e un centinaio di italiani" in avvicinamento a Lione, noti per i loro precedenti. In tutto, secondo quanto si apprende, nel nuovo Grand Stade lionese dovrebbero trovar posto 10-11.000 supporter italiani e altrettanti belgi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X