Mercoledì, 28 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Mondo

Home Mondo Isis, continuano gli scontri in Siria: i militari uccidono 55 combattenti
AD ALEPPO

Isis, continuano gli scontri in Siria: i militari uccidono 55 combattenti

ALEPPO. Militari turchi hanno ucciso ieri sera  55 combattenti dell'Isis a nord di Aleppo, in Siria: lo hanno  reso noto fonti militari, secondo quanto scrive il Jerusalem  Post. Intanto sei militanti afghani condannati per  terrorismo sono stati impiccati oggi a Kabul. Lo riferisce  l'agenzia di stampa Pajhwok.

Citando un comunicato del palazzo presidenziali e fonti  attendibili, l'agenzia aggiunge che le condanne a morte  stabilite per i sei da tribunali afghani sono state eseguite nel  carcere di Pul-i-Charkhi.

Da parte sua il vice-portavoce presidenziale, Shah Hussain  Murtazawi, ha ricordato che l'impiccagione è avvenuta dopo che  recentemente il presidente Ashraf Ghani ha annunciato una mano  dura nei confronti dei talebani che non accettano di intavolare  un dialogo di pace con il governo.

Secondo l'agenzia di stampa statale turca Anadolu i combattenti dell'Isis sono stati uccisi dal fuco di artiglieria dei militari turchi. Nell'operazione sono stati inoltre distrutti tre veicoli e tre lanciatori di missili. L'agenzia ha inoltre reso noto che aerei da caccia turchi hanno colpito oggi postazioni del Partito dei Lavoratori (Pkk) nel nord dell'Iraq.

L'operazione giunge mentre la Turchia affronta la doppia minaccia del Pkk e dell'Isis, che hanno sferrato sei attacchi suicidi nel Paese dal luglio scorso. L'Isis, in particolare, ha sparato razzi contro Kilis - una città di confine turca - quasi ogni giorno, uccidendo 21 persone e ferendone altre 70 da metà gennaio.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X