Lunedì, 21 Ottobre 2019
ATTENTATO

Terrore in Somalia, autobomba esplode in spiaggia: 20 le vittime. Rivendica Al-Shabaab

Esplosioni e raffiche di mitra hanno risuonato nell'edificio, con le forze speciali somale che passavano da una stanza all'altra inseguendo i terroristi asserragliatisi all'interno del ristorante

MOGADISCIO. Una violenta esplosione causata da un'autobomba è avvenuta nel pomeriggio di ieri davanti ad un ristorante sul lungomare a Mogadiscio. Secondo testimoni all'esplosione sarebbe seguita una sparatoria. La dinamica - si ricorda - riporta agli attentati ad opera dei fondamentalisti islamici al Shabaab, legati ad al Qaida.

Testimoni hanno raccontato che un'auto carica di esplosivo ha sfondato l'ingresso di un
ristorante nei pressi del famoso Lido Beach a nord della capitale Mogadiscio intorno alle 19.30 ora locale, le 17.30 in Italia.  Cinque uomini armati poi aperto il fuoco. Lido beach è una spiaggia dove molti somali si recano per rilassarsi e praticare surf.

Le forze di sicurezza somale hanno ripreso il controllo, poco prima dell'alba, di un ristorante sul lungomare di Mogadiscio attaccato ed assediato ieri da uomini armati di Al-Shabaab: l'ultimo bilancio parla di  almeno 20 morti. Lo rende noto noto la polizia.

Esplosioni e raffiche di mitra hanno risuonato nell'edificio, con le forze speciali somale che passavano da una stanza all'altra inseguendo i terroristi asserragliatisi all'interno del ristorante.

Il capitano Mohamed Hussein ha detto che le forze di sicurezza hanno salvato molte persone rimaste intrappolate all'interno della sala del locale, dove al momento dell'attacco era in corso una festa. Il gruppo estremista islamico Al-Shabaab aveva rivendicato in tarda serata la responsabilità dell'attacco, in una trasmissione sulla sua radio online.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X