Domenica, 08 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
TERRORISMO

Raid in Siria contro il Califfato, jet turchi bombardano obiettivi dell'Isis

I caccia di Ankara sono stati supportati nell'operazione dall'aviazione Usa

ROMA. Jet turchi hanno bombardato oggi obiettivi dell'Isis in Siria nell'ambito dei raid della Coalizione internazionale contro il Califfato. Lo riferiscono media locali, citando fonti governative. I caccia di Ankara sono stati supportati nell'operazione dall'aviazione Usa. Tutti i velivoli coinvolti sono già tornati alla base di partenza.

Nelle scorse ore l'Isis ha diffuso un nuovo video in cui viene mostratala decapitazione di quattro peshmerga curdi come rappresaglia al blitz Usa per liberare 70 ostaggi in Iraq. Il filmato di 15 minuti riferisce la Cnn, mostra uno dei terroristi mascherati che lancia un messaggio, parlando con accento inglese, al presidente Obama prima di procedere con l'esecuzione di uno dei prigionieri.

Gli altri tre prigionieri, tutti e quattro indossano una tuta arancione, sono pure decapitati alla fine del video poi compare una scritta in arabo che si traduce «Soldati peshmerga che gli americani sono venuti a salvare».

Il blitz del commando Usa-curdo è scattato la scorsa settimana nella prigione gestita dall'Isis a Hawija, nella provincia irachena di Kirkuk. L'intervento è stato deciso dopo le informazioni su una imminente esecuzione di massa dei 70 ostaggi, tra cui 20 membri delle forze di sicurezza irachena, ma nessun curdo. Nell'operazione è morto anche un soldato, la prima vittima americana nella campagna intrapresa dallacoalizione internazionale contro lo Stato  Islamico in Iraq e Siria, e la prima dopo il ritiro dei marines da Baghdad voluto da Obama nel 2011.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X