Sabato, 18 Gennaio 2020
stampa
Dimensione testo
NAZIONI UNITE

Colera in Iraq, confermati 1.600 casi

L'Ufficio dell'Onu per gli Affari (Ocha) ha spiegato ieri sera che i principali acceleratori della epidemia di colera sono i sistemi di approvvigionamento idrico danneggiati e la mancanza di sufficiente cloro nel paese per fornire acqua pulita

NEW YORK. Secondo le Nazioni Unite, oltre 1.600 casi di colera sono stati confermati in Iraq il mese scorso e la situazione umanitaria nel paese sta peggiorando con oltre 8,6 milioni di persone bisognose di assistenza.

L'Ufficio dell'Onu per gli Affari (Ocha) ha spiegato ieri sera che i principali acceleratori della epidemia di colera sono i sistemi di approvvigionamento idrico danneggiati e la mancanza
di sufficiente cloro nel paese per fornire acqua pulita.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X