Venerdì, 22 Gennaio 2021
stampa
Dimensione testo

Mondo

Home Mondo Gran Bretagna al voto, aperti i seggi: testa a testa tra Tory e Labour
ELEZIONI

Gran Bretagna al voto, aperti i seggi: testa a testa tra Tory e Labour

La maggioranza assoluta per governare è 326 seggi, ma i sondaggi non l'accreditano ad alcun singolo partito

LONDRA.  Seggi aperti in Gran Bretagna per le elezioni più incerte da anni. Alle urne sono chiamati circa 45 milioni di cittadini per rinnovare i 650 seggi della Camera dei Comuni in altrettanti collegi uninominali (59 in Scozia). Si
vota fino alle 22 locali.

La maggioranza assoluta per governare è 326 seggi, ma i sondaggi non l'accreditano ad alcun singolo partito. Previsto un testa a testa fra i conservatori di David Cameron e i laburisti di Ed Miliband, con varie altre forze in lizza per guadagnare seggi: in primis, gli scozzesi dello Snp.

Anche il sondaggio di YouGov, l'unico che nei giorni scorsi avesse assegnato un vantaggio ai Conservatori, indica ora parità assoluta fra i Tory e il Labour. il 33% ciascuno, riporta il Sun. Seguono gli anti-Ue dell'Ukip al 12% e i LibDem al 10. Stando al Guardian, parte dell'elettorato Tory potrebbe spostarsi sui LibDem pur di salvare la possibilità della sola coalizione plausibile per tenere Cameron a Downing street.

Sturgeon già pronta a trattative con Labour - Nicola Sturgeon si prepara ad avviare trattative coi laburisti per formare un governo dopo le elezioni anche se il loro leader Ed Miliband ha espresso un secco 'no'. E' quanto si legge sull'Independent, secondo cui la leader dei nazionalisti scozzesi ha pre-allertato collaboratori e deputati del suo Scottish National Party (Snp) che abbiano esperienza a Westminster: diventerebbero cruciali nel trattare un accordo col Labour. Mentre secondo il Times, anche sul fronte laburista ci si starebbe muovendo in questo senso, per rendere possibile quell'alleanza che secondo gli avversari conservatori finirebbe per minare le stesse fondamenta unitarie della Gran Bretagna. Un ruolo determinante nello spingere Miliband fra le 'braccia' della Sturgeon lo avrebbe il sindacato Unite, il maggiore finanziatore del Labour. Il segretatio generale Len McCluskey ha affermato che metà degli iscritti in Scozia sono sostenitori dell'Snp - su posizioni di sinistra vicine al Labour - e che Miliband deve ''collaborare con ogni partito progressista che vuole cambiare il Paese''.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X