Venerdì, 03 Dicembre 2021
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Patto dei sindaci per rilanciare il Cammino di Santa Rosalia
TURISMO RELIGIOSO

Patto dei sindaci per rilanciare il Cammino di Santa Rosalia

Presso la Sala degli Specchi di Villa Niscemi a Palermo, si è svolto l’incontro dei Sindaci dei Comuni dell'Itinerarium Rosaliae per la presentazione del progetto di valorizzazione dei territori del cammino dedicato a Santa Rosalia, promosso dall’Associazione “Itinerarium Rosaliae” e Kòrai - Territorio, Sviluppo e Cultura, Officina Territoriale del Progetto Policoro Diocesi di Palermo.

L'incontro ha avuto lo scopo di coinvolgere gli enti locali delle aree attraversate dal Cammino per la costituzione di un sistema turistico integrato sui territori dell’Itinerarium: un concreto gesto di prossimità ed ascolto delle comunità delle aree interne e di progettazione dal basso per promuovere sviluppo e coesione sociale, in linea con le politiche delle amministrazioni. Ampia la partecipazione di Sindaci e Assessori, in rappresentanza dei Comuni di Bisacquino, Bivona, Chiusa Sclafani, Contessa Entellina, Corleone, Monreale, Palazzo Adriano, Palermo, Piana degli Albanesi e Santo Stefano Quisquina, che, insieme ai Comuni di Burgio e Prizzi, hanno già convintamente aderito al progetto.

Susanna Gristina, Presidente dell’Associazione Itinerarium Rosaliae, ha illustrato ai presenti le azioni condotte dal 2017 dall’Officina Territoriale di Policoro coordinata da Kòrai, fornendo un quadro di sintesi sul turismo dei cammini, sulle tendenze in atto e sul mercato di riferimento, insieme a un’analisi sui Comuni del cammino e all'elenco degli obiettivi di progetto da raggiungere insieme alle comunità territoriali; ha inoltre sottolineato l’importanza della creazione di filiere turistico-culturali sui cammini improntate al turismo conviviale: un modello di sviluppo sostenibile, generativo e di contrasto a marginalizzazione, spopolamento e invecchiamento dei borghi, fortemente promosso dall’Ufficio Nazionale Turismo, Sport e Tempo Libero della CEI.

Sindaci e Assessori hanno manifestato entusiasmo e apprezzamento per il lavoro svolto ad oggi dall'Officina coordinata da Kòrai e per l'invito loro rivolto ad aderire all'Associazione Itinerarium Rosaliae. Il Sindaco di Santo Stefano Quisquina, Francesco Cacciatore, ha sottolineato l’importanza del progetto complessivo ed evidenziato come l’associazione possa essere interlocutore in tutti quei contesti in cui il cammino andrà promosso e sostenuto. L’Assessore Angela Cannizzaro del Comune di Bivona, elogiando l’attitudine alla cooperazione emersa dalle attività svolte dall’Officina, prefigurazione di uno scambio ed accrescimento reciproco, ha auspicato un coordinamento per allargare la rete ed un momento di presentazione del progetto nei territori. Dello stesso avviso Leonardo Spera, Sindaco di Contessa Entellina, che, nel sottolineare le due dimensioni dell’Itinerarium Rosaliae - l’entroterra e la città - si è detto certo dell’adesione coesa di tutti i Comuni, menzionando i soggetti cui fare ulteriore riferimento nella progettualità e richiamando alla necessità di portare i servizi della città nelle aree interne. L’Assessore Simona Scalia, per il Comune di Piana degli Albanesi, ha enfatizzato l’importanza delle reti nel post-Covid e di un approccio sinergico che renda l’Itinerarium non solo un cammino fisico, ma un “percorso del cuore”, dove il visitatore, a contatto con le comunità, possa sentirsi a casa. Proposte e programmi di grande concretezza per creare esperienze di incontro, fare rete, coinvolgere e raccontare i territori del cammino anche dall’Assessore alle Culture del Comune di Palermo, Mario Zito, che ha elogiato la “sostanza” del progetto e la virtuosa rivoluzione dal basso che si prospetta grazie a una sapiente cabina di regia: posizione sostenuta anche dal Sindaco di Palazzo Adriano, Nicola Granà, che ha esortato ad intraprendere velocemente le prossime azioni di progetto. Pieno appoggio anche dal Comune di Monreale: per l’Assessore Letizia Sardisco la rete che si mira a creare è garanzia di durabilità del processo di valorizzazione territoriale, opportunità di rilancio e segno di speranza dopo l’emergenza pandemica. Grande determinazione a portare avanti il progetto anche da parte dell’Assessore Giusy Dragna, in rappresentanza del Comune di Corleone, già protagonista del rilancio del turismo dei cammini, e dal Sindaco di Chiusa Sclafani, Francesco Di Giorgio.

Tutti i presenti, molti dei quali hanno già deliberato la loro adesione all'Associazione Itinerarium Rosaliae, hanno dato piena disponibilità a collaborare per la messa a sistema delle risorse del territorio attraversato dal percorso religioso-naturalistico-culturale disegnato dal Dip.to Sviluppo Rurale che, dall’Eremo della Quisquina, conduce al Santuario di Santa Rosalia a Palermo.

Prossimo passo, ricognizioni, incontri e verifiche sui territori da parte dell’Officina, gruppo tecnico-operativo dell’Associazione, per la costruzione del sistema reticolare, cui seguirà un evento pubblico di presentazione, testimonianza di unitarietà tra i Comuni dell’Itinerarium Rosaliae.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X